Il fattore K2 può tornare utile: Klose e Keita insieme

Il fattore K2 può tornare utile: Klose e Keita insieme

ROMA – L’esperimento Keita “falso nuove” è fallito, ma guai a bocciare il Balde giovane. Semplicemente lo spagnolo non è una prima punta, ma forse al momento è addirittura più in forma del trio Felipe-Mauri-Candreva. Per questo Keita merita di giocare con l’Inter, perché i suoi guizzi e la sua…

ROMA – L’esperimento Keita “falso nuove” è fallito, ma guai a bocciare il Balde giovane. Semplicemente lo spagnolo non è una prima punta, ma forse al momento è addirittura più in forma del trio Felipe-Mauri-Candreva. Per questo Keita merita di giocare con l’Inter, perché i suoi guizzi e la sua vivacità sono sotto gli occhi di tutti. Il K2 dev’essere una possibilità per fronteggiare Mancini, ma Keita deve prendere meglio la mira sulla sua prossima chance. Perché è addirittura quarto nella lista degli Under 21 che tirano di più in Europa: 1,68 a partita, con il 56% di precisione. Tradotto: il baby biancoceleste ha calciato 37 volte e ha racimolato appena un gol. Irriguardoso il confronto con Klose, 32 conclusioni e 12 reti. Lui è la prima punta.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy