IL GIGANTE SERBO – Milinkovic inizia a ripagare gli sforzi economici: straripante!

IL GIGANTE SERBO – Milinkovic inizia a ripagare gli sforzi economici: straripante!

Prima notte da grande: Milinkovic convince. Gol, tecnica e sostanza: l’investimento comincia a dare ottimi frutti

ROMAE’ stato all’altezza, lui che misura 1,92. Pareggio stretto, Milinkovic extralarge. Passi da gigante, fisico straripante. S’aspettavano le sue prime volte: da titolare con la Lazio e in Europa. Le ha battezzate con un gol, con una capocciata che per poco non è valsa tre punti. Lui, il baby da dieci milioni, il più pagato del mercato estivo laziale, era il più atteso della notte. Il Dnipro se l’è visto arrivare su ogni pallone alto ed è stato castigato. Classe 1995, faccia e nome da duro: Sergej. Ha iniziato a ripagare gli sforzi economici – scrive il Corriere dello Sport – ha avuto un prezzo assai alto. S’allunga sui palloni, nell’azione del gol s’è piegato come un colpo di vento, ha bruciato tutti sul tempo. Ha due cognomi, mette il nome sulla maglia, forse lo fa per non scontentare papà (Milinkovic) e mamma (Savic). Tira da sopra la testa dei difensori, lo aiuta l’altezza. Ha segnato alla prima da titolare con la Lazio, dopo 107 minuti giocati con la maglia biancoceleste. Il biondino ha fisico e personalità, ha avanzato il raggio d’azione, ha lottato sino a quando è stato in campo. Non s’è emozionato, s’è fatto apprezzare, è stato la bella sorpresa della serata ucraina, peccato per quella brutta arrivata a tempo scaduto. Milinkovic ha il vizietto del gol, era reduce dalla doppietta rifilata alla Lituania con la maglia dell’under 21 serba, attendeva l’occasione vera con la Lazio. L’ha avuta e l’ha sfruttata.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy