IL SORPASSO – Felipe ha già superato Antonio, ma non nello stipendio. Pronto il rinnovo anche per Marchetti

IL SORPASSO – Felipe ha già superato Antonio, ma non nello stipendio. Pronto il rinnovo anche per Marchetti

di ALBERTO ABBATE ROMA – Il primo sorpasso è interno alla Lazio. Felipe ha superato Candreva, non solo nei gol, ma anche nella sua ultima specialità. Il brasiliano balza al primo posto della Serie A per la media-assist: uno ogni 208′, l’esterno romano slitta al quarto posto con uno ogni…

di ALBERTO ABBATE

ROMA – Il primo sorpasso è interno alla Lazio. Felipe ha superato Candreva, non solo nei gol, ma anche nella sua ultima specialità. Il brasiliano balza al primo posto della Serie A per la media-assist: uno ogni 208′, l’esterno romano slitta al quarto posto con uno ogni 264′. Al momento, però, Anderson rimane sotto per stipendio. E c’è una logica. Al Pipe è stato fatto lo stesso adeguamento elargito a Candreva dopo la sua prima esplosione biancoceleste per blindarlo. E stoppare sul nascere City, United, Chelsea, Atletico e Bayern: “Al momento non è arrivata nessuna offerta per Felipe – assicura l’agente Castagna in Brasile – ma se dovesse continuare così, è chiaro che arriveranno proposte. Il mio assistito però ha la testa ben focalizzata sulla Lazio e sulla Selecao, perché uno degli obiettivi immediati della sua carriera è vincere le Olimpiadi in Brasile”.

 

 

CIFRE – Ogni tanto c’è riconoscenza, anche nel calcio: “Siamo entusiasti – conclude il procuratore – perché la società ha sempre creduto in lui, anche quando il giocatore l’anno scorso non riusciva ad ambientarsi al top in Europa. Con il prolungamento sino al 2020, Felipe ha ora uno dei tre stipendi più importanti del club”. 1,2 milioni più bonus, solo sotto Klose e Candreva? Evidentemente, con i premi, Anderson riesce a eguagliare gli 1,5 di Cana ed Ederson, a superare gli 1,4 di Biglia e gli 1,3 di Ledesma (in odore d’addio a giugno). A 1,2 ci sono anche Djordjevic e il “senatore” Radu. E’ in scadenza 2016, Marchetti è pronto ad allungare e ritoccare il suo contratto (di 1,1 a stagione). La società lo chiamerà a breve, insieme a Mauri. Entrambi se lo sono già meritato.

Cittaceleste.it

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy