KLOSE – No rinnovo automatico, a 25 gare diritto d’opzione

KLOSE – No rinnovo automatico, a 25 gare diritto d’opzione

ROMA – Era di ieri il retroscena legato al rinnovo contrattuale firmato da Klose a maggio: qualcuno ipotizzava che al raggiungimento di 25 presenze, scattasse automaticamente il prolungamento per un altro anno. Ebbene, secondo indiscrezioni raccolte da Cittaceleste, in effetti la soglia delle 25 presenze sarebbe stata inserita nel contratto…

ROMA – Era di ieri il retroscena legato al rinnovo contrattuale firmato da Klose a maggio: qualcuno ipotizzava che al raggiungimento di 25 presenze, scattasse automaticamente il prolungamento per un altro anno. Ebbene, secondo indiscrezioni raccolte da Cittaceleste, in effetti la soglia delle 25 presenze sarebbe stata inserita nel contratto di Miro, ma solo per preservare la Lazio dai continui infortuni del panzer. Soltanto se Klose arriverà a disputare quel tot di gare, avrà nelle sue mani la possibilità di esercitare l’opzione sino al 2016. Tradotto meglio: anche senza quel numero di partite, Lotito e il tedesco potranno decidere liberamente di proseguire o meno il loro matrimonio biancoceleste. Se Miro invece dovesse tagliare quel traguardo prestabilito di match, avrebbe nelle sue mani il suo futuro. Sarebbe insomma solo lui a scegliere se rimanere o no a Roma. Dettagli.

Cittaceleste.it

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy