L’ADDIO – Dopodomani Ledesma saluta i laziali…

L’ADDIO – Dopodomani Ledesma saluta i laziali…

Dopo nove anni Ledesma dice addio. Dopodomani indirà una conferenza stampa con cui saluterà ufficialmente il popolo biancoceleste

ROMA – Nove anni d’amore, di Lazio nel cuore. Arrivederci capitano, nostro capitano. Cittaceleste.it ti saluta con un nodo alla gola, tu ti congederai da tutti i laziali commosso dopodomani in conferenza (venerdì ore 19 all’hotel de Russie in via del Babuino). Hai voluto aspettare sino all’ultimo, rispettare il tuo contratto, ma ora il divorzio è ufficiale. Nessun toc toc morale nella testa di Lotito e Tare, nessuno squillo. Avresti meritato altro, almeno un’offerta, almeno un saluto e una stretta di mano. Niente. Nessuna riconoscenza, ma – si sa – il calcio ormai è questo. Non per te fortunatamente, Cristian, anima e corpo biancoceleste, bandiera sventolante sino all’ultimo respiro del San Paolo, in quella sera che ci ha regalato il sogno più bello. Quello della Champions, che a inizio stagione sembrava una chimera, mentre grazie anche a te è stata la realtà più bella di questi ultimi anni. Due colpi sotto il Vesuvio per lasciare a modo tuo la Lazio, per regalare a noi tifosi, che ti ricorderemo sempre, la gioia più grande. Un uscita in grande stile, da signore vero, da giocatore che prima di avere il pallone nel cuore, aveva la Lazio, con tutta la sua anima e la sua storia. Un uscita, semplicemente, da protagonista.

I NUMERI – 318 partite in biancoceleste, il settimo giocatore più presente nella storia biancoceleste. La maglia numero 24, Ledesma l’ha onorata per 26.313 minuti, il 57% dei quali con mister Delio Rossi (15.142′). Era stato acquistato nel 2006 per rimpiazzare Liverani, da allora né Baronio, né Cana, né Biglia – inizialmente – erano riusciti a soffiargli il posto. Nell’ultima stagione Cristian s’è dovuto arrendere alla consacrazione di Lucas e al ghigno di Tare, che da anni provava a rimpiazzarlo. 14 i gol segnati in biancoceleste: 12 in campionato e 2 in Coppa Italia, uno ogni 23 gare. Indimenticabile la rete nel derby. Per un volo dell’aquila eterno.

di Gianluca Viscogliosi

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy