LA FOLLE GESTIONE DI KEITA – Zero gol per il trio Klose-Djordjevic-Matri in trasferta, il Balde giovane risolve, ma non gioca

LA FOLLE GESTIONE DI KEITA – Zero gol per il trio Klose-Djordjevic-Matri in trasferta, il Balde giovane risolve, ma non gioca

“Stiamo facendo fatica, così non va bene. Siamo scesi in campo troppo moli. Bisogna essere concentrati come nel secondo tempo in cui abbiamo creato occasioni e fatto il nostro gioco. E’ importante scendere in campo come nei secondi quarantacinque minuti”

Keita

TORINO – Ancora fuori a Torino, ancora l’unico in grado di risollevare la Lazio. Un guizzo in area e Keita evita il tracollo totale. Ma cosa deve fare questo Balde giovane per meritare più di 17 “schifosi” minuti in campo? Si allenerà pure male, lo spagnolo, ma rende meglio di quelli che sudano a Formello. Zero, si avete sentito bene, zero gol in trasferta per il trio d’attaccanti Klose-Djordjevic-Matri. Oggi non c’è la firma di Keita, ma quel rigore trasformato da Biglia è tutto suo: “Ho puntato l’uomo – svela a skysport – e ho fatto una finta. Se non mi avesse toccato l’avrei passata ad un compagno in area. Per me c’era il rigore, me l’ha detto anche Padelli. Forse c’era anche il secondo sul passaggio di Djordjevic”. Il pari biancoceleste è suo. E per poco addirittura la vittoria, in una prestazione di squadra a dir poco indecente: “Stiamo facendo fatica, così non va bene. Siamo scesi in campo troppo moli. Bisogna essere concentrati come nel secondo tempo in cui abbiamo creato occasioni e fatto il nostro gioco. E’ importante scendere in campo come nei secondi quarantacinque minuti”. Guarda caso, proprio l’ingresso di Keita dà la scossa.

GESTIONE – La gestione di Pioli di Keita sta diventando a dir poco imbarazzante: a oggi sono 1207 i minuti giocati in Serie A, 1572 quelli totali. È il 14esimo giocatore impiegato, solo briciole per un talento mai veramente sbocciato dopo 3 anni. Ma non solo per colpa sua, a questo punto. Nonostante l’ex Barcellona sia il terzo capocannoniere in campionato della Lazio con 4 reti, dietro Felipe (6) e Candreva (7). Cinque centri totali in stagione, 3 a partita in corso (Bayer, Frosinone, Hellas). Keira finora sembra sempre la mossa della disperazione di Pioli, come col Sassuolo e anche col Torino oggi. Una gestione che rischia di tarpare le ali al terzo miglior Under 21 (dietro Berardi e Niang) della Serie A. Ora che ha trovato pure la Nazionale, per la Lazio sarebbe una beffa.

SENEGAL – Si dovrà consolare altrove, Keita, magari con il Senegal contro il Niger (26 e 29 marzo), nel doppio confronto valido per la qualificazione alla Coppa D’Africa 2017. Chissà se prima negli ottavi di finale di Europa League contro lo Sparta Praga (10 e 17 marzo), Pioli lo considererà? Non dimentichi l’andata del preliminare Champions col Leverkusen.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy