La Juve fa paura: Reja la pensa come Klose

La Juve fa paura: Reja la pensa come Klose

ROMA – Ad agosto, nel giro di due settimane, il doppio confronto con la Juventus ha lasciato la Lazio di Petkovic con le ossa rotte. Supercoppa persa, così come la prima trasferta del nuovo campionato: in totale 8 reti subite e una sola segnata con Klose. Si è tolto lo…

ROMA – Ad agosto, nel giro di due settimane, il doppio confronto con la Juventus ha lasciato la Lazio di Petkovic con le ossa rotte. Supercoppa persa, così come la prima trasferta del nuovo campionato: in totale 8 reti subite e una sola segnata con Klose. Si è tolto lo sfizio di bucare per la prima volta Buffon, il tedesco. Magra consolazione. Il suo obiettivo adesso è limitare i danni: «Non vogliamo prendere di nuovo 4 gol. La Juventus è una buonissima squadra e Conte è molto furbo. Ma negli ultimi allenamenti abbiamo fatto bene, anche a livello di testa. Dobbiamo ritrovare corsa e vincere i duelli individuali. Con un po’ di fortuna possiamo pareggiare».

 

Rispetto a qualche mese fa miglioramenti ce ne sono già stati, Reja ha riportato serenità e convinzione nel gruppo. E sono salite anche le chancedi andare in Europa League: «Possiamo farcela ma è molto difficile. Sono abituato a guardare partita dopo partita. Fino ad aprile possiamo ancora parlarne». È lo stesso ragionamento che chiede Zio Edy: vivere alla giornata per risollevare la classifica, senza porsi obiettivi a lungo termine. In piena emergenza sulle fasce, contro la Juve è pronto a lanciare il giovane Crecco dal primo minuto (una presenza in Serie A, l’anno scorso, proprio contro i bianconeri). (La Repubblica)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy