La “legalità” di Lotito e la condanna passata in giudicato

La “legalità” di Lotito e la condanna passata in giudicato

Lotito continua nei suoi show. L’ultimo è andato in scena oggi pomeriggio all’università Lumsa di Roma. Il presidente della Lazio era ospite al convegno di “Etica, sport, deontologia. Profili mediatici, economici e formativi”. Quando il numero uno della società capitolina, ha iniziato un comizio già nell’androne dell’ateneo, uno studente ha…

Lotito continua nei suoi show. L’ultimo è andato in scena oggi pomeriggio all’università Lumsa di Roma. Il presidente della Lazio era ospite al convegno di “Etica, sport, deontologia. Profili mediatici, economici e formativi”.

Quando il numero uno della società capitolina,  ha iniziato un comizio già nell’androne dell’ateneo, uno studente  ha alzato il cartello “libera la Lazio” mostrandolo a lui ed a tutti i presenti. Inoltre, mentre Lotito parlava di etica nel mondo dello sport, il giovane gli ha rivolto la frase “ma quale deontologia presidente, ha una condanna di secondo grado che la Cassazione ha reso definitiva (e per la quale rischia la decadenza da ogni carica federale n.d.r). Si deve vergognare e lasciare la Lazio”. A quel punto, com’è solito fare, il presidente del club romano ha chiamato le sue guardie del corpo affinchè procedessero all’identificazione del ragazzo. Una volta presi i documenti, Lotito ha chiesto ai suoi uomini che venisse scattata una foto alla carta d’identità dello studente. Quest’ultimo ha risposto così: “non potete fare una cosa del genere, io ho semplicemente espresso un mio parere. Portatemi in commissariato a questo punto”. Gli animi si sono surriscaldati ed il giovane è stato allontanato dalla polizia.  Non contento, Lotito ha poi ripreso la parola dicendo di non poter continuare così, di non sentirsi al sicuro e di voler entrare all’interno della struttura. Troppo grande il pericolo di incontrare studenti “disobbedienti” che possano, in qualche modo, ledere la sua immagine da presidente modello. Solo a parole. (Paolo Signorelli – lultimaribattuta.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy