La promessa di Lulic a Reja: «Mister, nessuno conosce meglio di me Pjanic. Lo fermo io»

La promessa di Lulic a Reja: «Mister, nessuno conosce meglio di me Pjanic. Lo fermo io»

ROMA – Gioca il jolly: Reja riscopre Lulic mezzala, due anni dopo l’ultima volta. L’eroe della Coppa Italia s’è quasi proposto: «Mister, nessuno conosce meglio di me Pjanic. Lo fermo io». Amici della Bosnia, nemici nel derby, ecco la prova “sbandierata” (i teloni erano solo per nascondere gli schemi su…

ROMA – Gioca il jolly: Reja riscopre Lulic mezzala, due anni dopo l’ultima volta. L’eroe della Coppa Italia s’è quasi proposto: «Mister, nessuno conosce meglio di me Pjanic. Lo fermo io». Amici della Bosnia, nemici nel derby, ecco la prova “sbandierata” (i teloni erano solo per nascondere gli schemi su punizione) a Formello: Senad con Ledesma e Gonzalez in un 4-3-3, quasi speculare a quello giallorosso, per contrastare lo strapotere giallorosso a centrocampo. La soluzione era nata nell’autunno 2011, proprio dopo un’altra stracittadina (vinta 2-1): l’infortunio di Brocchi aveva costretto il tecnico goriziano a inventare Lulic mezzala il 23 ottobre 2011 contro il Bologna. Il bosniaco decideva la sfida con un siluro (deviato da Portanova) dal limite. Esordio da interno e primo gol in Italia. Senad iniziava una nuova vita, interrotta solo da un brutto stiramento. (Il Messaggero)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy