Lazio, Anderson è depresso

Lazio, Anderson è depresso

A Felipe non restano che queste ultime due giornate con la Lazio e l’Olimpiade

flop

ROMA – Ecco l’ultima missione d’Inzaghi: conquistare Felipe. Vinto il ballottaggio con Mauri, Simoncino – scrive Il Messaggero – deve rilanciare Anderson a tutti i costi. E’ depresso, si sente messo da parte, ora c’è pure la mazzata del Brasile. L’altro ieri il Ct Dunga, che lo aveva pre-convocato, lo ha fatto fuori dalla lista definitiva dei 23 per la Copa Centenario negli Stati Uniti. A Felipe quindi non restano che queste ultime due giornate con la Lazio e l’Olimpiade. Squalificato Keita, finalmente Felipe tornerà titolare domani pomeriggio, per la seconda volta dall’approdo d’Inzaghi. Subentrato – con gol – a Palermo e contro l’Empoli, sostituito dopo 53’ allo Stadium, inutile nei 27’ a Marassi, addirittura tutta la partita fuori con l’Inter. Col Carpi il numero 10 vuole ritrovare la rete e rimpinguare il bottino di 7 reti (9 con le due in Coppa) all’attivo in questo campionato: in fondo ne mancano appena tre allo score del 2015. E intanto la Lazio avrebbe già bloccato il primo acquisto per il prossimo anno: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy