Lazio-Inter: ecco i duelli!

Lazio-Inter: ecco i duelli!

Nel big match di stasera si scontreranno giocatori importanti all’Olimpico di Roma. I duelli tra questi determineranno l’esito della partita

di Lorenzo Ottaviani

ROMA – Nel big match di stasera che vedrà scontrarsi Lazio e Inter le motivazioni di classifica saranno relative. La Lazio, già certa di disputare l’Europa League l’anno prossimo, vorrà vincere per essere certa anche del quarto posto e per salutare degnamente i suoi tifosi. L’Inter invece avrà voglia di provare ad uscire da un periodo molto complicato, caratterizzato da ben 4 sconfitte consecutive. Le due squadre cercheranno di farsi trascinare dai loro migliori uomini, vediamo nel dettaglio alcuni dei duelli che potranno caratterizzare la sfida di domani.

de-vrij1

DE VRIJ vs MURILLO

La tenuta difensiva delle due squadre nei numeri è molto simile: 45 gol subiti dalla Lazio, 46 quelli subiti dalla difesa interista. Al centro del reparto difensivo delle due squadre sono presenti due giocatori dal futuro incerto. Stefan de Vrij e Jeison Murillo sono titolari inamovibili nelle rispettive compagini, sono nati nel 1992 e entrambi potrebbero decidere di tentare l’avventura in un altro campionato, magari con club più competitivi sui palcoscenici europei. Se il centrale colombiano dell’Inter fa della velocità e della fisicità i suoi punti di forza, il difensore olandese è sicuramente un interprete più pronto per giocare in club di prima fascia, grazie ai suoi piedi educati e all’ottima capacità di leggere le azioni avversarie in anticipo.

Sergej Milinkovic

MILINKOVIC vs GAGLIARDINI

Uno è stato pagato una decina di milioni, l’altro più del doppio. Ora però, mentre il valore di Gagliardini si è mantenuto sostanzialmente uguale, quello di Sergej Milinkovic-Savic è cresciuto vorticosamente tanto che si vocifera di offerte da 40 milioni di euro pronte ad essere presentate sulla scrivania di Claudio Lotito. Entrambi sono giocatori che fanno valere la loro prestanza fisica in campo, ma il serbo è dotato di una maggiore abilità negli inserimenti offensivi. La tecnica di base del centrocampista italiano è buona, però anche da questo punto di vista il numero 21 della Lazio sembra essergli superiore. Ad ogni modo Gagliardini è uno dei talenti italiani più in vista e probabilmente tra non molto lo vedremo in Nazionale in pianta stabile.

Keita

KEITA vs CANDREVA

Per quanto riguarda l’attacco si confrontano il passato e il presente della Lazio. Antonio Candreva è stato protagonista per tanti anni all’ombra del Colosseo, prendendo parte anche al trionfo in Coppa Italia del 26 maggio 2013 e regalando molte gioie ai tifosi laziali. Keita Baldé Diao invece, soprattutto in questa stagione, sta facendo le fortune della squadra biancoceleste denotando una crescita importante nella finalizzazione e nella capacità di determinare. Ben 15 reti segnate condite da 5 assist in campionato per l’ala senegalese, che si appresta ad essere un uomo-mercato nella prossima finestra estiva. Candreva invece non sta disputando la sua miglior stagione e, pensando al fatto che aveva deciso di lasciare la Lazio per andare a vincere con la maglia nerazzurra, l’amaro in bocca non può che aumentare.  Un sostituto di Keita? Perché non lui: CONTINUA A LEGGERE

13

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy