Juve, ma sei proprio tu? Lazio, adesso o mai più

Juve, ma sei proprio tu? Lazio, adesso o mai più

ROMA – Siamo giunti alla vigilia della Supercoppa. La Lazio ha voglia di sfatare il tabù Juventus, visto che i biancocelesti non battono i bianconeri da più di quattro anni, quando Floccari in semifinale di coppa Italia regalò la storica finale del 26 maggio all’ultimo minuto. Inoltre i capitolini arrivano da quattro finali perse con la vecchia Signora e hanno intenzione di interrompere questa striscia negativa. La Juve invece, dopo la dura sconfitta in finale di Champions contro il Real Madrid, ha il difficile compito di ripartire. I campioni d’Italia sono favoriti, ma il divario tra le due squadre sembra essersi assottigliato. La maggior parte degli addetti ai lavori ne è convinta, questa Lazio può farcela.

DIFESA BIANCONERA IRRICONOSCIBILE

Leggendo le probabili formazioni, non si può non notare la difesa della Juventus. La BBC, composta da Bonucci, Barzagli e Chiellini, non c’è più. Il viterbese è andato al Milan e per domani non è certa la presenza del 36enne toscano. Allegri, infatti, potrebbe preferire uno tra Rugani e Benatia a Barzagli. Il giovane bianconero, dopo due anni trascorsi in panchina, scalpita per diventare un titolare della squadra. Il marocchino invece, dopo essere stato tormentato dagli infortuni, è pronto a rilanciarsi. Le potenzialità di Barzagli sono indiscutibili, ecco perché i biancocelesti sperano di vedere in campo uno degli altri due. Sia Rugani che Benatia sono stati poco utilizzati nella scorsa stagione e potrebbero mostrare qualche insicurezza. Un’altra partenza importante è stata quella di Dani Alves, sostituito con Mattia De Sciglio. La scelta non è piaciuta ai tifosi bianconeri, che hanno manifestato fin da subito qualche perplessità. Domani l’ex Milan, reduce da stagioni tutt’altro che positive con i rossoneri, potrebbe scendere in campo dal primo minuto. Lichtsteiner, molto probabilmente, andrà via da Torino e domani non giocherà contro la sua ex squadra. Chiellini e Alex Sandro sono forti, ma affianco a loro potrebbero giocare due tra Rugani, Benatia e De Sciglio. Insomma, rispetto alla BBC, tutta un’altra cosa. L’attacco biancoceleste dovrà sfruttare questa opportunità.

STADIO OLIMPICO E EFFETTO CARDIFF 

La partita verrà disputata allo stadio Olimpico di Roma, ovvero la casa della Lazio. Questo sarà sicuramente un punto di forza della squadra biancoceleste. E’ vero, tre finali delle ultime quattro – escludendo Pechino 2015 – sono state giocate a Roma, ma in un contesto totalmente diverso. Nel 2013, dopo la storica vittoria contro la Roma del 26 maggio, la Lazio è scesa in campo quasi rilassata, rimediando quattro gol. Nelle finali di coppa Italia del 2015 e del 2017, la Juve ha gareggito per il triplete e aveva fame di vittoria. I bianconeri hanno sempre voglia di vincere, ma c’è chi è pronto a scommettere in un calo mentale della squadra di Allegri dopo Cardiff. Dopo la sconfitta in finale di Champions contro il Barcellona, la vecchia Signora ha trovato delle difficoltà nella stagione successiva, anche se poi è riuscita a rialzarsi. Se Inzaghi vorrà sfatare il tabù, dovrà avere più fame di vittoria dei bianconeri. Nel frattempo Marusic, in conferenza stampa, ha mostrato molta sicurezza: CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy