Lazio, la difesa è sempre più horror

Lazio, la difesa è sempre più horror

Disastrosi ieri Wallace, Acerbi e Radu. Com’è possibile non aver trovato ancora la quadratura del cerchio?

di redazionecittaceleste

ROMA – La difesa continua a far acqua da tutte le parti. Un altro gol subito al Bentegodi, dove tutta la retroguardia ha fornito nel primo tempo una delle prove peggiori.

Non ha potuto far nulla a tu per tu con la bomba di Pellissier, Strakosha. Anche lui nella ripresa ha rischiato un pasticcio su un rinvio. Thomas si sente così sicuro che trasmette insicurezza. Però è difficile dargli la colpa stavolta. C’è la corresponsabilità di Wallace e Acerbi sulla rete subita. Il brasiliano si è fatto bruciare nello scatto dal quasi 40enne e sino all’ultimo lo ha abbattuto continuamente. Per fortuna è stato graziato quando ha tentato un dribbling stile derby. Ma ieri bisogna prendersela anche con il leader Acerbi. Ha anticipato l’intervento sull’assist di Birsa ed è stato beffato al centro. Sembrava onestamente un po’ meno lucido al 141esimo match di seguito giocato. Stanco come Radu, che ha coperto per pochi minuti, poi è passato alle cattive e si beccato il giallo che lo ha lasciato nello spogliatoio all’intervallo. Ma è possibile, dopo così tante giornate, non aver minimamente trovato la quadratura del cerchio?

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy