Lazio-Luis Alberto, terapia d’urto, ma Inzaghi gli concede il riposo

Lazio-Luis Alberto, terapia d’urto, ma Inzaghi gli concede il riposo

Continua la guerra del fantasista spagnolo allo staff medico. Il tecnico però ci ha parlato e si è messo d’accordo

di redazionecittaceleste

ROMA – Ha perso il genio, ma non il vizio. Lupo Alberto non c’è alla ripresa degli allenamenti con la Lazio. E’ d’accordo con Inzaghi per qualche giorno in più di riposo, ormai documenta quotidianamente su Instagram il suo motivo: un video dietro l’altro per far vedere al mondo che il suo malanno non è immaginario. Sedute h24 di tecar, esercizi posturali con lo specialista venuto da Liverpool, Ruben Pons Aliaga: «Un giorno in più con il fenomeno, noi continuiamo», le ultime parole del fantasista spagnolo. Che stanno non poco infastidendo lo staff medico biancoceleste, che si è già lamentato con la società per la cattiva pubblicità fatta ai propri fisioterapisti. In Paideia Luis Alberto aveva sostenuto addirittura l’ultima ecografia a luglio, questo testimonierebbe l’assenza di pubalgia. Eppure ieri sui social il numero 10 riprendeva quella fattagli in casa da Rupenfisio con la scritta: “No mas…”, insieme ai saluti. Speriamo che Luis Alberto abbia detto davvero addio a qualunque patologia perché la Lazio ha comunque urgente bisogno della sua fantasia. In campo, non nella testa. Secondo il club, che a inizio stagione lo aveva protetto, lo spagnolo con queste storie starebbe solo giustificando ai tifosi la sua assenza. Ma in realtà, è un’altra la plateale verità: Inzaghi lo ha sempre convocato, non lo avrebbe fatto se fosse stato infortunato. A Francoforte e con la Fiorentina ha ritenuto più affidabili sia Caicedo, che Correa, entrato a gara in corsa. Deve avere un altro atteggiamento, Luis Alberto, per riprendersi la sua maglia.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy