Lazio, per centrare l’Europa servono 22 – 23 punti

Lazio, per centrare l’Europa servono 22 – 23 punti

ROMA – Reja ha “doppiato” Petkovic: 6 vittorie, 3 pareggi, 2 sconfitte per un totale di 21 punti in 11 partite di campionato. Il friulano viaggia alla media di 1,9 punti per giornata. Mantenendo sino al traguardo questo passo, la Lazio prenderebbe altri 19 punti nelle ultime 10 giornate e…

di redazionecittaceleste

ROMA – Reja ha “doppiato” Petkovic: 6 vittorie, 3 pareggi, 2 sconfitte per un totale di 21 punti in 11 partite di campionato. Il friulano viaggia alla media di 1,9 punti per giornata. Mantenendo sino al traguardo questo passo, la Lazio prenderebbe altri 19 punti nelle ultime 10 giornate e chiuderebbe a quota 60. Sarebbe quasi certamente una soglia insufficiente per qualificarsi alla prossima edizione dell’Europa League. Nella passata stagione Petkovic finì al settimo posto con 61 punti e poi centrò l’obiettivo battendo la Roma nella finale di Coppa Italia che valeva tutto, compreso il biglietto europeo. La squadra di Zeman e poi di Andreazzoli aveva chiuso in campionato sesta con 61 punti, l’Udinese era quinta a quota 66. La squadra di Reja ha scavalcato il Verona ed è appena salita al settimo posto. Ha un ritardo di cinque punti dal Parma, che si presenterà domenica 30 marzo per il confronto diretto allo stadio Olimpico e tre giorni dopo recupererà la partita con la Roma. Lo svantaggio nei confronti dell’Inter è di sei lunghezze. E con Mazzarri è previsto il confronto diretto della penultima giornata (domenica 11 maggio) a San Siro. La strada per la Lazio resta decisamente in salita e la sconfitta interna con l’Atalanta è stata pesantissima. Ora non sarà facile recuperare nonostante il passo spedito in trasferta. La squadra biancoceleste deve provare a vincere almeno sei o sette partite delle ultime dieci per riuscire nell’impresa. Servono almeno 22-23 punti nelle ultime dieci giornate. Decisiva la prossima settimana: dopo il Milan trasferta di mercoledì a Marassi per affrontare il Genoa e poi il Parma all’Olimpico. Reja si vuole mantenere a contatto e possibilmente ridurre le distanze, poi si giocherà tutto al rush finale. Mancano due mesi esatti alla fine del campionato.

 

RIPRESA

– Dopo un giorno di stacco e di relax completo, la Lazio oggi pomeriggio riprenderà gli allenamenti al centro sportivo di Formello. Reja ritroverà Brayan Perea, costretto a saltare la trasferta di Cagliari per un attacco influenzale, e Lorik Cana, bloccato da una lombalgia acuta. Con il Milan rientrerà Antonio Candreva, squalificato al Sant’Elia: lo staff ne ha approfittato per farlo lavorare in modo differenziato negli ultimi giorni. Il centrocampista azzurro convive da tempo con un’infiammazione al tendine rotuleo del ginocchio sinistro. Reja dovrà scegliere uno tra Keita e Lulic per la panchina, a meno che non decida di confermare in blocco la formazione del Sant’Elia. Dopo uno stop lungo un mese per uno stiramento ai flessori, dovrebbe riprendere ad allenarsi con il gruppo Andrè Dias, ormai ristabilito. C’è curiosità e attesa per Helder Postiga: ha lavorato bene per una settimana, in queste ore dovrebbe riaggregarsi al gruppo. Reja sinora non lo ha mai allenato. Dal giorno del suo arrivo, l’attaccante portoghese è sempre stato indisponibile. Edy spera possa dare una mano alla Lazio nelle ultime sette-otto partite di campionato.

Corriere dello Sport

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy