Lazio, tesoretto dagli esuberi

Lazio, tesoretto dagli esuberi

Un tesoretto supplementare da poter reinvestire sul mercato. E’ quello che la Lazio potrebbe ritrovarsi dalle cessioni dei giocatori che nel corso della stagione appena conclusa sono finiti ai margini del progetto. E che, proprio per questo motivo, vedono di buon occhio la possibilità di cercare altrove maggiori fortune. Il…

Un tesoretto supplementare da poter reinvestire sul mercato. E’ quello che la Lazio potrebbe ritrovarsi dalle cessioni dei giocatori che nel corso della stagione appena conclusa sono finiti ai margini del progetto. E che, proprio per questo motivo, vedono di buon occhio la possibilità di cercare altrove maggiori fortune. Il discorso dunque non riguarda i big (come Lulic e Marchetti) che partiranno solo in presenza di offerte estremamente vantaggiose.

 

 

Gli esuberi – Per altri giocatori, invece, non saranno necessarie proposte indecenti. Partiranno se arriveranno delle semplici richieste. La Lazio non incasserà grandi cifre, ma la somma (e il risparmio sugli ingaggi) produrrà appunto un piccolo tesoretto. Ma chi sono i giocatori che possono partire? Si concentrano soprattutto nel reparto difensivo. Si tratta dei vari Cana, Ciani, Cavanda, Pereirinha. Il club biancoceleste vuole completamente rifondare il pacchetto arretrato. Resteranno Konko, Radu e Novaretti, tutti gli altri potranno andar via (ieri il padre-agente di Cana ha ribadito che il figlio vuole andare in una squadra che gli garantisca un posto da titolare). Le singole cessioni di questi giocatori in esubero non frutteranno grandi cifre, ma sommate potrebbero portare ad un introito sui 5 milioni di euro. Una cifra che potrebbe ulteriormente salire se, come sembra, alla lista si aggiungerà uno tra Onazi e Gonzalez. La Lazio cerca una nuova mezzala, in più tornerà alla base Cataldi dopo l’ottima stagione vissuta a Crotone. E così uno tra il nigeriano e l’uruguaiano potrebbe andar via. Onazi ha estimatori in Inghilterra, dove potrebbe accasarsi pure Cavanda, mentre Ciani e Pereirinha potrebbero tornare nei rispettivi Paesi (Francia e Portogallo). (Gazzetta dello Sport)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy