Lazio-Udinese rinviata: da oggi è già Derby

Lazio-Udinese rinviata: da oggi è già Derby

Dopo il rinvio di oggi l’attenzione si sposta sul prossimo, importantissimo impegno dei biancocelesti: la stracittadina contro la Roma…

di Lorenzo Ottaviani

ROMA – Piove all’Olimpico: tanto, troppo. Il match fra Lazio e Udinese – ultimo prima della sosta per le Nazionali – non può essere disputato. Le condizioni del campo non sono adeguate, quindi niente partita quest’oggi. Ma questo rinvio spalanca le porte su un argomento più succoso che mai, infatti la tredicesima giornata di Serie A vedrà come incontro di cartello quello fra i biancocelesti di Inzaghi e i giallorossi di Di Francesco: il Derby della Capitale. Le ultime tre stracittadine sono state favorevoli alla Prima Squadra della Capitale, anche perché la sconfitta dello scorso 4 aprile in Coppa Italia è stata nei fatti una vittoria, ma tutto si azzererà il prossimo 18 novembre. Ci si prepara ad assistere ad uno dei derby più interessanti degli ultimi anni, sia per l’ottimo andamento delle due squadre, sia per i valori assoluti che gli allenatori italiani possono schierare in campo.

 

SFIDA AD ALTA QUOTA

Milinkovic-Lazio

28 punti per la Lazio, 27 per la Roma. Una partita da recuperare – sulla carta certamente più ostica la trasferta dei giallorossi a Marassi contro la Samp – e grandi ambizioni per entrambe le squadre. Mai come quest’anno ci si appresta ad assistere ad un Derby da vertigini, dato che le due compagini stanno facendo molto bene sia in campionato che in Europa, dimostrandosi due delle più importanti realtà del Bel Paese. I ragazzi di Inzaghi hanno stupito tutti, grazie ad un gioco frizzante e un attacco capace di mettere a segno 31 reti in 11 giornate di Serie A, i giallorossi invece brillano di meno sotto il punto di vista dello sviluppo dell’azione, ma in compenso hanno trovato un’ottima solidità difensiva con appena 7 gol subiti finora. Chi vince, vola in classifica e lancia un messaggio forte e chiaro. Ad incidere sull’attesa stracittadina dovranno essere necessariamente i due maggiori bomber della Capitale: Ciro Immobile, capocannoniere del campionato, e Edin Dzeko, che ha segnato la metà di Ciruzzo, ma si conferma il più pericoloso fra gli uomini a disposizione di Di Francesco. Parlando di voci di mercato, il gigante serbo Sergej Milinkovic-Savic è appetito da diverse squadre: CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy