Lazio-Udinese: il recupero si giocherà il 14 dicembre o il 24 gennaio

Lazio-Udinese: il recupero si giocherà il 14 dicembre o il 24 gennaio

Adesso si valutano le date utili per il recupero del match

ROMA – Fischiano i circa 20 mila tifosi della Lazio quando lo speaker dell’Olimpico annuncia che la sfida con l’Udinese è rinviata a data da destinarsi. Dopo aver atteso quasi un’ora la fine del diluvio e la decisione dell’arbitro avrebbero voluto giocare la partita. Il sole e l’arcobaleno che qualche minuto prima delle 16 squarcia il cielo sopra l’Olimpico aveva fatto ben sperare. Invece l’arbitro Banti, in accordo con i capitani di Lazio e Udinese, Lulic e Danilo, preferiscono rinviare la gara.

IL REGOLAMENTO

Secondo quanto stabilito dal regolamento e riportato dal Messaggero, l’arbitro all’ora stabilita per l’inizio della gara, si reca sul terreno di gioco e pa un sopralluogo con i capitani. In caso di mancato rimbalzo del pallone può aspettare fino ad un tempo di gioco e quindi far slittare l’inizio della partita. E così ha fatto Banti che, dopo essere rientrato negli spogliatoi con gli ispettori di Lega, ha comunicato la decisione ufficiale del rinvio, annunciata poi dallo speaker dello stadio.

DATE PER IL RECUPERO

In un calendario fitto d’impegni, trovare un buco per poter recuperare la gara non è semplice. Al momento, in attesa di accordi tra le due società, le date più probabili per la disputa della partita a sono il 13 dicembre nel solo caso in cui l’Udinese non si qualifichi agli ottavi di finale di Coppa Italia (giocherà contro il Perugia il 30 novembre); altrimenti l’altra data possibile è quella del 24 gennaio, in caso di qualificazione agli ottavi di Tim Cup. Stesse date indicate per Sampdoria-Roma, rinviata lo scorso 8 settembre.

CIRO E MARCO

Un rinvio che ha fatto felice il ct della Nazionale, Gian Piero Ventura. Avrà Parolo e soprattutto Immobile freschi per la doppia sfida contro la Svezia, che vale la qualificazione alla fase finale del mondiale in Russia. Alla vigilia, lo stesso ct, visto le non perfette condizioni di Ciro, affaticamento al quadricipite, aveva chiesto al giocatore di non forzare. Fondamentale la sua presenza a Stoccolma e a Milano. Azzurro e biancoceleste, Immobile non voleva fare torti a nessuno e così d’accordo con Inzaghi avrebbe iniziato la sfida con l’Udinese, poi Simone, in base al risultato, gli avrebbe risparmiato una buona fetta di gara. Non è stato necessario. Ciro strizza l’occhio a chi gli chiede se sia stato meglio non giocare. D’accordo anche il compagno di Nazionale Parolo. Stasera alle 21 entrambi raggiungeranno il ritiro di Coverciano. Rimanere 45 minuti in attesa in qualche modo finisce per consumare una parte di energie nervose, spiegano i calciatori. Meglio non giocare, tutti d’accordo. Soprattutto perché il terreno pesante avrebbe penalizzato il modo di giocare della Lazio fatto di palla a terra e scambi rapidi. Più favorita l’Udinese con i suoi giocatori fisici. L’arbitro ha ascoltato tutti e così ha deciso per il rinvio. Felici anche Luis Alberto e Milinkovic alla loro prima convocazione con Spagna e Serbia.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy