L’OPINIONE / Petrelli: “Lo Sparta attaccherà a testa bassa e la Lazio può colpire in contropiede”

L’OPINIONE / Petrelli: “Lo Sparta attaccherà a testa bassa e la Lazio può colpire in contropiede”

“La squadra di Pioli può giocare di rimessa, se lo Sparta attaccherà a testa bassa la Lazio, con i suoi giocatori veloci e di qualità, può colpire in contropiede”

ROMA – Sergio Petrelli, ex difensore biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3 FM.

“La Lazio giovedì non può giocare per lo zero a zero. Deve far capire subito la questione campo, lo Sparta è una discreta squadra ma se i biancocelesti giocheranno come hanno fatto a Praga non dovrebbero esserci problemi. Secondo me influirà anche l’orgoglio, la Lazio si potrebbe ritrovare come unica italiana nelle competizioni internazionali e questo potrebbe dargli una bella spinta.Il risultato è ad hoc, i cechi dovranno giocare per vincere e all’Olimpico non è mai facile. La squadra di Pioli può giocare di rimessa, se lo Sparta attaccherà a testa bassa la Lazio, con i suoi giocatori veloci e di qualità, può colpire in contropiede.Deve fare una partita di attesa e non andare all’attacco sconsideratamente, sarebbe un suicidio, facciamo attaccare loro e colpiamoli in contropiede.Pioli dovrà lavorare sulla fase difensiva visto che ci saranno diversi assenti. Hoedt può diventare un punto di riferimento, in campo è calmo e tranquillo.Keita, se non dovesse giocare Klose, lo metterei come centravanti, può spaziare su tutto il fronte d’attacco e ha nella velocità un’arma letale.Mauri lo farei giocare, abbiamo visto l’inserimento sul primo gol di Klose, è in gran forma. Ha fatto uno scatto da ragazzino, è un bel vedere anche lui. Per giovedì unirei giocatori di esperienza con la forza dei giovani”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy