Marusic-Basta: la fascia destra parla montenegrino o serbo?

Marusic-Basta: la fascia destra parla montenegrino o serbo?

L’ex-Udinese è tornato titolare in campionato contro la Spal facendo bene, ma Adam non ha nessuna intenzione di tornare una riserva…

di redazionecittaceleste

 

di Lorenzo Ottaviani

 

ROMA – Mentre si riposa alle Maldive in compagnia della famiglia, il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi sta certamente già iniziando a farsi un’idea su chi far giocare nel prossimo match di Serie A contro il Chievo. A grandi linee il mister piacentino sa chi considerare un titolare della propria squadra, ma sulla fascia destra la situazione è leggermente più complessa. Infatti le gerarchie sono state sovvertite da inizio campionato, ma la cosa potrebbe avvenire nuovamente. A chi verrà affidata la corsia di destra: Adam Marusic o Dusan Basta?

 

DAL MONTENEGRO CON FURORE

adam-marusic1

Arrivato in estate come uno sconosciuto destinato a fare la riserva, Adam Marusic si è fatto notare fin da subito. Ha convinto gli scettici con prestazioni convincenti sotto diversi punti di vista, come la fisicità, la capacità di ribaltare l’azione e servire assist per i compagni – 5 fino a questo punto della stagione -, oltre al segnare anche qualche rete. Malgrado la sua fase difensiva può essere ancora migliorata, anche se alcuni passi avanti già sono stati fatti, l’importanza del montenegrino nello scacchiere tattico di Inzaghi ormai è sotto gli occhi di tutti. Non ruberà l’occhio, ma è dannatamente utile grazie ai suoi strappi e alla sua resistenza, perciò non sarà semplice rubargli il posto.

 

ESPERIENZA E VOGLIA

basta

“L’obiettivo principale è quello di qualificarci per la Champions League: in cima alla classifica ci sono cinque squadre che lottano per le prime quattro posizioni. Spero sinceramente che la Lazio arriverà alla fine fra le prime quattro”. Nelle sue ultime dichiarazioni Dusan Basta parla delle sue speranze per il prosieguo della stagione, mesi che il serbo spera di vivere da protagonista con la maglia biancazzurra. Apparso tirato a lucido al rientro in campo da titolare contro la Fiorentina in TIM Cup e successivamente nella trasferta di Ferrara contro la Spal – dove ha anche servito un bell’assist a Ciro Immobile -, l’ex-Udinese ha tutta l’intenzione di riprendersi il posto da titolare che aveva a inizio anno. La sfida al suo ‘quasi’ connazionale (sono entrambi nati a Belgrado in Serbia, ma Marusic ha scelto la nazionalità montenegrina) è aperta. Non rimane altro che guardare come potrà evolversi questo scontro e chi ne uscirà vincitore. Nel frattempo, Inzaghino gongola per le alternative di livello della sua squadra. Intanto si continua a sondare il mercato estero. La società biancoceleste avvia i contatti per un talento brasiliano del Gremio: CONTINUA A LEGGERE

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy