MATCH DAY / Beruatto: “Vincere contro il Palermo per riportare serenità”

MATCH DAY / Beruatto: “Vincere contro il Palermo per riportare serenità”

“Ritrovando la serenità si può inserire poi qualche giovane di prospettiva.Inzaghi farà sicuramente dei cambi, le vedute sui giocatori sono diverse e magari chi ha trovato meno spazio ora avrà la possibilità di mettersi in mostra”

Lazio

ROMA – Paolo Beruatto, ex difensore biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3 FM. “Il cambio di un allenatore dà sicuramente una scossa emotiva e psicologica, per il cambiamento in campo bisogna aspettare domani per valutare. Inzaghi in queste ultime sette partite di campionato non stravolgerà il lavoro fatto prima da mister Pioli ma lavorerà sicuramente sulla testa dei giocatori. In così poco tempo non si può portare una nuova filosofia di gioco, deve però dare fiducia ad una squadra che sembrava aver perso le certezze che aveva.Il ritiro è un modo per trovare la concentrazione e dare al nuovo tecnico la possibilità di conoscere i giocatori. La Lazio deve trovare la tranquillità e cancellare quello che ha fatto fino ad ora. Deve pensare che ora si apre un mini campionato e deve dare il massimo per fare più punti possibili, alla fine poi si trarranno delle conclusioni in base alla classifica raggiunta.Siamo quasi alla fine ed è inevitabile dare uno sguardo ai numeri che comunque vanno tenuti in considerazione. La Lazio è giovane e quest’anno ci poteva stare pagare qualcosa, ma l’intelaiatura è composta da giocatori forti, è una buonissima rosa ma devono pensare solo a lavorare. Roma è una città difficile, a distanza di 12 mesi la situazione si è completamente rovesciata. È difficile trovare un equilibrio nella Capitale.In questo momento il pallone scotta, le pressioni sono molte, bisogna ripartire dai giocatori di maggior spicco e che sono in grado di portarti fuori da un momento delicato. Poi in futuro è giusto dare spazio ai giovani, Cataldi, Keita e Milinkovic sono ragazzi che possono solo continuare a crescere. Ritrovando la serenità si può inserire poi qualche giovane di prospettiva.Inzaghi farà sicuramente dei cambi, le vedute sui giocatori sono diverse e magari chi ha trovato meno spazio ora avrà la possibilità di mettersi in mostra.Per quanto riguarda il reparto offensivo Inzaghi avrà la sua idea, Simone nasce calcisticamente nel ruolo di attaccante e la sa lunga, farà delle scelte ma un dato che accomuna gli attaccanti biancocelesti è quello di non aver fatto molti gol.Il Palermo ha l’acqua alla gola, sarà una partita apertissima. I rosanero devono assolutamente vincere ma anche i biancocelesti. La Lazio non si può permettere di perdere un’ulteriore partita.Raggiungere l’Europa League? Finché la matematica non li condanna, la Lazio deve avere degli obiettivi, inoltre se la società ha cambiato guida tecnica è perché crede ancora possibile il raggiungimento di questo obiettivo altrimenti avrebbe continuato con Pioli”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy