#MERCATOLIVE – Radu e Marchetti: l’ora è giunta

#MERCATOLIVE – Radu e Marchetti: l’ora è giunta

ROMA – Ci sono due appuntamenti in agenda, ci sono due casi da affrontare e possibilmente risolvere. Si apre la settimana dei rinnovi, in prima fila sono già accomodati Radu e Marchetti. Hanno il contratto in scadenza nel 2016, tra un anno. E’ una scadenza da prolungare per evitare partenze…

ROMA – Ci sono due appuntamenti in agenda, ci sono due casi da affrontare e possibilmente risolvere. Si apre la settimana dei rinnovi, in prima fila sono già accomodati Radu e Marchetti. Hanno il contratto in scadenza nel 2016, tra un anno. E’ una scadenza da prolungare per evitare partenze a parametro zero. Non ci sono molte strade alternative, l’unica è la cessione nell’attuale finestra di mercato. Siamo al bivio, serve una scelta da parte di tutti. Non bastano le volontà, bisogna trovarsi a metà strada. Marchetti e Radu hanno atteso la chiamata, vogliono capire quali sono le intenzioni economiche della Lazio. Possono dire sì al rinnovo, lo faranno se l’offerta sarà soddisfacente. Marchetti ha 32 anni, Radu ne ha 28. Più passano i giorni e più s’avvicinano al termine del 30 giugno 2016. Nel calcio è così, il tempo è relativo quando si parla di contratti e rinnovi. Marchetti e Radu, rimanendo in queste condizioni, tra sei mesi sarebbero in grado di valutare la stagione 2016 senza dover considerare il vincolo con la Lazio. Se non si troverà l’accordo si procederà con le cessioni, potrebbero avvenire anche attraverso scambi in Italia.

 

Le posizioni. Marchetti a gennaio era pronto a sedersi al tavolo delle trattative, non è stato chiamato. Ha meritato la conferma, s’è ripreso, se è in forma è una certezza. Il suo rinnovo sembrava in discesa nei mesi scorsi, poi è tornato in bilico. Non è facilmente sostituibile, il mercato dei portieri è complicato. Berisha ha dichiarato che resterà, ma ha ribadito la volontà di lottare per il posto da titolare. Ha firmato una grande prestazione con la sua Albania (contro la Francia), può e deve ancora crescere. Strakosha verrà ceduto in prestito, andrà in serie B. Guerrieri salirà in prima squadra come terzo portiere. E poi c’è la vicenda Radu, è tutta da analizzare. Il romeno spera in un aumento, sono state smentite le cifre che circolavano nell’ambiente secondo le quali l’esterno avrebbe chiesto 2 milioni di ingaggio. Non è così. In tema di rinnovi è sempre difficile fare previsioni. Marchetti e Radu sono due titolari, se andranno via dovranno essere rimpiazzati con acquisti di valore, pronti per l’uso. Marchetti e Radu sono tra i leader della Lazio, prima di perderli bisognerà pensarci più volte. Marchetti è un trascinatore in campo, Radu è uno dei capitani. E’ vero, a volte si sono fermati per infortunio e certi stop si sono ripetuti. Ma sono da anni a Roma, hanno dimostrato valore e professionalità. Gli incontri sono nell’aria, sono stati posticipati per via di alcuni imprevisti. Non è stata una settimana semplice quella appena trascorsa, tutt’altro. E’ l’ora di agire, il rinnovo di Pioli è stato annunciato, il piano 2015-16 deve entrare nel vivo. I dirigenti e l’allenatore si sono confrontati più volte, hanno individuato i ruoli da rinforzare. Il progetto, per partire, necessita di alcune conferme. Non si sa ancora se Marchetti e Radu (oppure Lulic e Keita) rimarranno. La lista degli acquisti andrebbe aggiornata in caso di separazione, non si possono lasciare posti vuoti in organico. La settimana appena iniziata sarà decisiva, andrà affrontata con le idee chiare, mettendo sulla bilancia offerte e richieste, i sì e i no. (Corriere dello Sport)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy