Nessuno tocchi Immobile: affaticatissimo, ma indispensabile

Nessuno tocchi Immobile: affaticatissimo, ma indispensabile

Queste le ultimissime, confermate le volontà della vigilia d’Inzaghi

ROMA – Nessuno tocchi Immobile. E’ alla ricerca del poker contro il Cagliari, ma guai a giocare troppo d’azzardo. In pochi lo sanno, ma sino a poche ore fa Ciruzzo era ancora in bilico per la partita di questa sera: è affaticatissimo, lo staff medico in settimana ha consigliato al giocatore di gestirsi negli allenamenti e a Inzaghi di maneggiarlo con cura. Perché c’è il rischio di una contrattura. La verità però è che la Lazio è diventata Immobile-dipendente, così il tecnico non se la sente di rinunciarci e affidarsi a Djordjevic. Almeno così sembra anche dalle ultimissime dall’Olimpico: il bomber partenopeo vuole giocare, affiancato ovviamente da Keita e Felipe Anderson. Confermato anche il terzetto a centrocampo con Lulic, Parolo e Cataldi. In difesa Patric si merita la conferma a destra, anche perché Basta continua a non essere al meglio della condizione fisica; a sinistra torna Radu con Hoedt e Wallace al centro. In porta l’amuleto Marchetti contro il terribile passato.

DA TORINO A ROMA – Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. Nonostante un altro pari, si riscopre più forte dopo Torino, la Lazio. Nell’emergenza totale, senza 5 titolari, contro una diretta concorrente, fa la partita della vita. Adesso arriva il Cagliari e occhio ad abbassare la guardia. Servirà lo stesso veleno stasera. Che nessuno si illuda. Perché nonostante il ko subito in casa contro la Fiorentina, il Cagliari può vantare un’ottima posizione di classifica, con i suoi 13 punti raccolti dopo 9 giornate di campionato. Appena 2 in meno della squadra d’Inzaghi. Merito di un mercato estivo che ha trascinato in Sardegna gli esperti Borriello, Padoin e Bruno Alves. La trasferta di Roma è ostica per i sardi, ma mister Rastelli non ha intenzione di alzare bandiera bianca. E’ proprio l’allenatore rossoblù una delle più piacevoli sorprese – per i laziali per esempio nello stop alla Roma – della Serie A. Nessun precedente con il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi. Se non quello di aver vestito la maglia del Piacenza insieme.

GIOCATORE CHIAVE – Pericolo numero uno Marco Borriello. Non ha bisogno di presentazioni, nella sua carriera ha indossato diverse maglie importanti come quelle di Roma, Milan e Juventus, lasciando sempre il segno e realizzando diversi gol. A Cagliari non si sta smentendo e dopo 9 giornate di campionato il suo bottino è di 5 reti, appena una in meno d’Immobile. Non solo, contro la Lazio Borriello ha segnato  più volte: in 17 occasioni in cui ha affrontato i biancocelesti infatti, ha realizzato 7 centri. Dalle sfide contro i capitolini è uscito vincitore per 9 volte, mentre sono 6 le sconfitte e 2 i pareggi. E attenzione anche a Di Gennaro che agirà da trequartista alle spalle dell’attaccante e di Sau: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy