Non solo calcio tra i problemi di Lotito: le società del patron biancoceleste perdono ricavi

Non solo calcio tra i problemi di Lotito: le società del patron biancoceleste perdono ricavi

La galassia delle imprese di pulizia evidenzia una contrazione del giro d’affari e crediti quasi pari all’attivo (anche verso la PA, cronica ritardataria dei pagamenti). Ma le due principali società dell’imprenditore con la passione per il latino hanno bilanci in utile. ROMA – Non solo l’ultima vicenda dei tifosi biancazzurri…

La galassia delle imprese di pulizia evidenzia una contrazione del giro d’affari e crediti quasi pari all’attivo (anche verso la PA, cronica ritardataria dei pagamenti). Ma le due principali società dell’imprenditore con la passione per il latino hanno bilanci in utile.

ROMA – Non solo l’ultima vicenda dei tifosi biancazzurri arrestati e l’emersione del suo nome nella recente inchiesta della procura di Cremona sul calcioscommesse turbano i sonni di Claudio Lotito. L’imprenditore patron della Lazio, infatti, secondo quanto ricostruito da ilmondo.it sta facendo i conti con una secca contrazione dei ricavi del suo gruppo che opera principalmente nel settore delle pulizie effettuate su grandi aree, dagli aeroporti agli ospedali.

La galassia delle società di Lotito è alquanto ramificata, ma la funzione di holding è svolta dalla Immobiliare 03 che però non presenta un bilancio consolidato relativo alle diverse partecipazioni: Linda, Bona Dea, Società Nazionale Appalti e Manutenzioni Lazio (Snam) e Immobiliare Appia.

Per misurare la temperatura del gruppo di Lotito bisogna perciò prendere in considerazione i conti di Snam, la principale società operativa che nel 2012 ha registrati ricavi per soli 30,7 milioni di euro rispetto ai 43,7 milioni del precedente esercizio. Come si spiega la contrazione? Per l’interruzione, avvenuta nei primi mesi dell’anno, dell’appalto per la pulizia dell’aeroporto di Fiumicino (AdR) ripristinato solo a fine 2012, che ha portato nuove commesse anche da Ati. Su un totale di attivo di oltre 59 milioni, i crediti sono pari a ben 57 milioni, 43,3 milioni dei quali verso clienti, alcuni dei quali istituti di pubblica amministrazione (diverse Asl) che ritardano nei pagamenti.E proprio a fronte di ciò Lotito deve ricorrere a linee di credito pari a 15,7 milioni, in diminuzione dai 21,7 milioni di esposizione bancaria dell’esercizio precedente. La medesima contrazione dei ricavi è avvenuta nell’altra operativa più piccola, denominata Linda, il cui fatturato è stato di quasi 10 milioni rispetto ai 14 milioni del 2011. Snam e Linda hanno registrato, comunque, utili complessivi per 1,5 milioni. (Ilmondo.it)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy