NUMERI – Verso la sfida di domenica. I precedenti con l’Inter

NUMERI – Verso la sfida di domenica. I precedenti con l’Inter

Lo spettacolo di Lazio-Inter sta per tornare: da sempre una gara dura, giocata alla pari, ma con pochi pareggi recentemente, che negli ultimi anni ci ha riportato al successo, ed a una serie di risultati utili consecutivi senza precedenti dal 2006, 4 vittorie consecutive dal 3-1 all’Olimpico del 13 maggio…

Lo spettacolo di Lazio-Inter sta per tornare: da sempre una gara dura, giocata alla pari, ma con pochi pareggi recentemente, che negli ultimi anni ci ha riportato al successo, ed a una serie di risultati utili consecutivi senza precedenti dal 2006, 4 vittorie consecutive dal 3-1 all’Olimpico del 13 maggio 2012 all’1-0 di Klose nella notte del gennaio 2014.
In altri tempi sarebbe stata un’impresa rara, e invece addirittura siamo riusciti a battere i nerazzurri pure in casa loro, 3-1 l’8 maggio 2013 dopo 15 anni.
A Roma sono 71 i precedenti di A, per 25 vittorie laziali, 18 successi milanesi e 28 pareggi.

 

 

L’ultima sconfitta patita dalla Lazio con i gemellati risale al 2 maggio 2010, 0-2 tra le squadre allenate da Reja e Mourinho, per effetto delle reti di Samuel, colpo di testa su assist di Snejder in chiusura di tempo, e Thiago Motta, ancora con la testa su corner di Maicon al 70’. L’ultimo pari casalingo è di 7 anni fa, 1-1 il 29 marzo 2008, con reti dell’ex Crespo e pareggio laziale di Tommaso ROCCHI al quarto d’ora della ripresa ispirato da Ledesma fra gli undici di Rossi e Mancini.
4 vittorie consecutive all’Olimpico negli ultimi 4 anni, 3-1 nel 2010 propiziato dalle reti di Biava, Zarate ed Hernanes, ancora 3-1 il 13 maggio 2012, Kozak, Candreva e Mauri i marcatori in rimonta, 1-0 il 15 dicembre 2012 con la prodezza modello 93’ del derby 2011 di Klose servito da Mauri a 10’ dalla fine per la formazione di Petkovic su quella di Stramaccioni, e quindi lo scorso 1-0, epifania 2014, nel confronto Reja-Bollini-Mazzarri, una gara bloccata fino all’81, fuga sulla destra di Cavanda per Candreva, cross al bacio per la girata fenomenale di Miroslav Klose, sempre lui, e ora, palla al centro, con la maglia bandiera ed un dodicesimo uomo molto più pesante rispetto ai soli 37.000 di quella partita… (fonte: SS Lazio Pagina ufficiale)