OPERAZIONE SFOLTIMENTO – In 30 in rosa, per legge ora devono essere 25

OPERAZIONE SFOLTIMENTO – In 30 in rosa, per legge ora devono essere 25

ROMA – Ecco il messaggio da Siena due giorni fa, a “Briglia d’oro” sciolta: “30 giocatori in rosa sono troppi per lavorare”, assicura Pioli. Non solo. Dalla prossima stagione andranno pure contro la riforma varata dalla Figc – e voluta proprio da Lotito – lo scorso 20 novembre. Il tetto…

ROMA – Ecco il messaggio da Siena due giorni fa, a “Briglia d’oro” sciolta: “30 giocatori in rosa sono troppi per lavorare”, assicura Pioli. Non solo. Dalla prossima stagione andranno pure contro la riforma varata dalla Figc – e voluta proprio da Lotito – lo scorso 20 novembre. Il tetto della Serie A ora (ma anche per la lista Champions) è di 25 calciatori (4 cresciuti in Italia e 4 nel vivaio del club) con il libero tesseramento degli Under 21. La Lazio è pronta a “liberarsi” di Ciani, Sculli e Ledesma in scadenza, ma restano comunque 30 elementi, solo della prima squadra – con Hoedt, Morrison e Patric già acquistati – senza considerare i rientri dai prestiti. E i fuori quota Primavera da sistemare nelle “concessionarie” di Salerno e Bari. Altro che mercato in entrata, parte dunque l’operazione sfoltimento: da Konko a Pererinha, passando per Perea, i problemi biancocelesti in uscita degli ultimi anni si ripresentano con ancora più vigore. Dopo aver centrato gran parte degli ultimi colpi – secondo l’edizione odierna de Il Messaggero –  stavolta il diesse Tare dovrà dimostrare d’essere migliorato anche qui. A gennaio Ederson si rifiutò d’andare alla Samp, così al gong saltò Bergessio, ora svincolato: “La Lazio è una grandissima squadra, magari ci fosse un ritorno di fiamma”.

Cittaceleste.it

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy