• SUL CAN. 669 DELLA TUA TELEVISIONE TROVI CITTACELESTE TV - 24 ORE AL GIORNO, IN DIRETTA, PER PARLARTI DI LAZIO!

Passato il mal di rete: nessuno come la Lazio nel 2019

Passato il mal di rete: nessuno come la Lazio nel 2019

12 partite consecutive con almeno un gol segnato, doppiato il resto del campionato. E negli ultimi 4 turni, 10 punti insieme all’Atalanta.

di redazionecittaceleste

ROMA – Dimenticatevi il digiuno. La Lazio va a segno consecutivamente da 12 partite di campionato, attuale striscia record per la Serie A: è l’unica ad aver sempre segnato almeno un gol nel 2019.

eccezzzionale
Inzaghi aveva invocato le firme di altri giocatori, nelle ultime due sfide è stato più che accontentato. Perché se anche ieri sia Immobile che Caicedo sotto porta non incidono, almeno un gol arriva dal centrocampo. Bisogna comunque fare gli applausi agli attaccanti biancocelesti per le sponde, le giocate, la grinta e l’impegno, adesso però finalmente segnare non è diventato solo il loro lavoro. Adesso arriva dalle retrovia una mano d’aiuto. Altro che mal di rete, ora si viaggia mille. Dopo San Siro, la Lazio doppia il resto del campionato in questo nuovo anno: 12 gare di seguito con almeno un gol segnato, il resto della serie A è fermo alla metà. Al secondo posto Milan con 6 centri insieme a Fiorentina e Sampdoria. Non solo, a Milano ecco il settimo primo tempo consecutivo con gol segnato e settimo primo tempo consecutivo chiuso in vantaggio per la Lazio, entrambi record d’Europa.
CLASSIFICA
Insomma, non è solo il risultato, c’è di più per cui la Lazio deve credere alla Champions. Perché da un mese nessun altro ha il suo gioco né il suo andamento. Analizzando per esempi gli ultimi quattro turni di campionato, la Lazio è al primo posto con 10 punti conquistati sui 12 in palio. Come lei solo l’Atalanta, davanti a Cagliari, Samp, Juve e Bologna (9) e Napoli e Torino (7). E da recuperare i biancocelesti hanno ancora la partita con l’Udinese.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy