Pedro Neto, contratto sino al 2024, ma ora niente Europa

Pedro Neto, contratto sino al 2024, ma ora niente Europa

Peccato che il baby portoghese non sia stato inserito nella lista, avrebbe fatto comodo parecchio la sua presenza in attacco nell’emergenza

di redazionecittaceleste

ROMA – Tutto Pedro Neto in sei minuti. Così ha rimediato una piccola standing ovation dai tifosi della Lazio per aver avuto la sfrontatezza e il coraggio, appena entrato con l’Empoli, di prendere il pallone e tenerlo nell’angolo.

eccezzzionale
Mica male per un diciottenne. Quei sei minuti del fantasista portoghese hanno fruttato allo Sporting Braga, la sua ex squadra, un bonus da 2,5 milioni di euro. Un gettone che scattava alla sua terza presenza con la maglia biancoceleste, come rivela il settimanale portoghese “Ataque”. Soldi che si vanno ad aggiungere ai 12 milioni totali che Lotito sborserà per il suo acquisto definitivo. Per il patron laziale si tratta di una delle più grandi spese per un diciassettenne, visto che si aggiungono agli 8,5 milioni di Bruno Jordao, l’altro talento prelevato dal Braga, grazie al potente agente Jorge Mendes. Un totale di oltre 20 milioni di euro.

BOX DI PARTENZA
Il ragazzino terribile, così è soprannominato per la gara d’esordio in patria, è abituato ad exploit del genere, visto che il 14 maggio del 2017, con la rete siglata al debutto contro il Nacional, è diventato il marcatore più giovane del campionato portoghese, strappando il record ad un certo Ronaldo. E proprio CR7 se l’è visto davanti davanti all’Olimpico, quando debuttò in campionato contro la Juve nei minuti finali. “E ‘stata un’emozione incredibile trovarmi davanti a Cristiano e Cancelo”, ha detto Pedro Neto. Peccato che ora in Europa League non può giocare, ma Pedro Neto sa aspettare. Appena verrà riscattato a giugno, per lui è pronto un nuovo contratto fino al 2024.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy