Procura Federale, deferiti Zauri e la Lazio

Procura Federale, deferiti Zauri e la Lazio

I motivi sono la violazione degli articoli 1 e 8 del codice di giustizia sportiva

ROMA – La Procura federale ha deferito alla Sezione disciplinare del Tribunale federale Luciano Zauri, all’epoca dei fatti contestati giocatore della Lazio, per la violazione dell’articolo 1, e 8 del Codice di giustizia sportiva, “per essersi avvalso di una società offshore con sede negli Stati Uniti, messa a disposizione da una persona estranea all’ordinamento federale e utilizzata con altri intermediari, allo scopo di percepire all’estero, nel corso delle stagioni sportive 2006/07 e 2007/08, una parte della remunerazione non ufficiale”. Deferito anche Tullio Tinti, all’epoca dei fatti contestati agente di calciatori con licenza rilasciata dalla Figc, per violazione reiterata dell’articolo 1 e 8 del Codice di giustizia sportiva, “in merito alla creazione di fittizi ‘rapporti commerciali’ tra le diverse società di calcio e le ‘società cartiere’ utilizzate da una persona estranea all’ordinamento federale, per ottenere il pagamento all’estero ed evadere le imposte italiane, dei propri compensi professionali relativi ad attività effettuate nell’interesse di società calcistiche, ovvero il pagamento in nero di compensi integrativi destinati ad alcuni giocatori dei quali risultava essere l’agente (direttamente o tramite collaboratori) o, comunque, intermediario dell’operazione; e, dall’altro, contribuendo fattivamente alla creazione di fondi non ufficiali riconducibili alla disponibilità dello stesso Zauri”. Deferito anche Giorgio Zamuner, all’epoca dei fatti contestati agente di calciatori con licenzia della Figc, per la violazione degli articoli 1 e 8 del Codice di giustizia sportiva, “per avere operato in stretto accordo con Tullio Tinti, assumendo ‘strumentalmente’ la procura di Zauri, in modo da garantirsi il pagamento delle spettanze in qualità di agente fittizio del giocatore, quindi consentendo di volta in volta allo stesso Tinti di assumere ad hoc incarichi di brevissima durata, conferiti da tutte le squadre nelle quali il giocatore ha militato dal 2006 al 2013”. Deferita, inoltre, la Lazio, ai sensi dell’articolo 4 del Cgs per responsabilità oggettiva, “in relazione al comportamento di Zauri, all’epoca dei fatti tesserato per conto del club biancoceleste”.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy