Radu si gioca il futuro alla Lazio

Radu si gioca il futuro alla Lazio

ROMA – È il mese della verità quello che parte sabato a Verona per Stefan Radu. Il difensore, che contro il Chievo dovrebbe fare coppia al centro con De Vrij, dovrà cercare di sfruttare al meglio la finestra temporale che precederà la pausa invernale. La dirigenza laziale non ha ancora…

ROMA – È il mese della verità quello che parte sabato a Verona per Stefan Radu. Il difensore, che contro il Chievo dovrebbe fare coppia al centro con De Vrij, dovrà cercare di sfruttare al meglio la finestra temporale che precederà la pausa invernale. La dirigenza laziale non ha ancora abbandonato l’idea di spendere il nome del romeno sul mercato per inseguire uno tra Criscito, Bocchetti e Rolando, e perciò le prossime partite saranno un vero e proprio banco di prova per capire il futuro di uno dei pilastri della vecchia guardia biancoceleste. Conoscendo il carattere di Radu questo test gli darà ancora maggiori stimoli. Giocare al fianco di De Vrji, scelta inedita da parte di un Pioli ormai senza troppe alternative, potrebbe regalare a lui e alla Lazio la spinta per tornare a sorridere già al Bentegodi. Un’inversione di marcia richiesta a voce alta martedì pomeriggio dal presidente Lotito, ma anche dal rientrante Stefano Mauri, che pensa di sapere i motivi della frenata in classifica delle ultime settimane.

«È mancata la mentalità di squadra che avevamo e che adesso dobbiamo assolutamente ritrovare», sottolinea il capitano laziale. «E poi basta distrazioni, l’approccio alla gara deve essere quello giusto. Abbiamo preso troppi gol al rientro in campo nel secondo tempo e siamo coscienti che non possiamo continuare così. Ma rimaniamo una buona squadra, competitiva, ed i tifosi se ne sono resi conto». Due partite andate male che non hanno però fatto scendere di troppo le quotazioni in campionato della Lazio. Il terzo posto resta infatti alla portata. «La classifica è molto corta e possiamo farcela. Serve però continuità di risultati». A Formello, intanto, Pioli continua a preparare la trasferta di Verona: pronto a riprendersi una maglia da titolare contro il Chievo è Djordjevic, mettendo alle spalle la delusione per non essere partito dall’inizio contro la Juve. (Corriere della sera)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy