Si accendono i motori: Lazio, il derby si decide adesso!

Si accendono i motori: Lazio, il derby si decide adesso!

Le ultimissime

 

ROMA – La costituzione biancoceleste in campo non va cambiata. C’è già l’esito del referendum per il 4 dicembre. Trionfa il no: «Felipe non deve giocare domenica – l’appello partito dai tifosi a Inzaghi – e rischiare di saltare la Roma». Perché a Palermo si decide il derby. Anzi, persino prima. Gli accertamenti delle prossime ore decideranno se Marchetti potrà rientrare già domenica a pranzo: tenuto a riposo precauzionale per un’elongazione al polpaccio, il portiere spinge per rimettersi i guantoni, ma occhio ai suoi continui problemi muscolari (10 in sei anni), dovuti forse sempre a un “antico” difetto posturale. Pronto comunque un affidabilissimo Strakosha. De Vrij deve fare i conti con i postumi di una brutta infrazione al quinto metatarso. Provino decisivo domani e dopodomani con i compagni: se il contatto con il pallone non gli creerà traumi, domenica Stefan farà il rodaggio per il 4 dicembre. Mantengono una certa cautela a Formello, nonostante Inzaghi stia incrociando le dita con l’idea di poter incastrare la Roma (stile Napoli) con la difesa a tre, ma soltanto se ci sarà il piede elegante di de Vrij. Oltre che l’aiuto del pubblico: obiettivo superare il record – si fa per dire – delle 34mila presenze con la Juve nel derby. Per questo, dopo aver raccolto quasi 25mila spettatori col Genoa, la Lazio cavalca l’entusiasmo e rincara la dose dei mini-abbonamenti (oggi alle 12 riparte la campagna sino al 2 dicembre alle 18.30) inserendo la gara col Crotone in un nuovo tris per la combinazione vincente. Immobile vox populi su Instragram: «Grazie alla nostra gente. Altra vittoria. Orgoglioso di far parte di questo gruppo… Ora guardiamo avanti». Subito a stasera, per esempio. Altra iniziativa di solidarietà: al locale La Rustichella biancocelesti di nuovo “camerieri”, stavolta per il comune Accumuli distrutto dal Terremoto. A distanza di 3 anni e mezzo da quel 26 maggio, ma a pochi giorni da un decisivo appuntamento, non a caso al teatro Ghione Lulic (e Radu per le duecento presenze) riceve il premio Lazialità.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy