#SUPERCOPPA – Paura Lazio: fondo irregolare

#SUPERCOPPA – Paura Lazio: fondo irregolare

INVIATO A SHANGHAI – La Lazio ha paura del campo. Lo ha confessato De Vrij due giorni fa, lo ha confermato Eriksson martedì dopo l’amichevole con l’Atletico Madrid di Simeone. «Più che dal caldo l’insidia principale può arrivare dal campo. Sino a un mese fa era il campo numero uno…

INVIATO A SHANGHAI – La Lazio ha paura del campo. Lo ha confessato De Vrij due giorni fa, lo ha confermato Eriksson martedì dopo l’amichevole con l’Atletico Madrid di Simeone. «Più che dal caldo l’insidia principale può arrivare dal campo. Sino a un mese fa era il campo numero uno in Cina, poi lo hanno rovinato e distrutto con i concerti» ha raccontato Svennis, transitato ieri mattina nell’albergo della Lazio. Si presenterà allo stadio con il suo staff del SIPG Shanghai. La squadra biancoceleste – scrive il Corriere dello Sport – questa sera assaggerà le condizioni del campo per l’allenamento di rifinitura subito dopo le conferenze stampa di Pioli e del nuovo capitano Biglia. Preoccupa il campo perché in casa biancoceleste tutti sanno quanto potrebbe essere dura e insidiosa la partita dal punto di vista muscolare. Nelle ultime due amichevoli la squadra ha tenuto bene il primo tempo e nella ripresa è calata, non è più stata capace di pressare e mantenersi compatta. Il tecnico ha recuperato tutti, ma De Vrij e Radu non hanno giocato un solo minuto in amichevole, Biglia si allena da pochi giorni e mancheranno due giocatori di sostanza come Parolo e Lulic. Resistere novanta minuti, forse centoventi, significherà uno sforzo atletico durissimo. Questo è stato uno dei motivi che hanno spinto Pioli a riconsiderare l’ipotesi della difesa a tre, virando sul 4-3-3 annunciato con Onazi e Cataldi accanto a Biglia. Anche ieri allenamento a porte chiuse e più blindato del solito: l’accesso alla rampa di scale per raggiungere lo stadio, che permettevano di intravedere il campo di allenamento, è stato transennato per evitare lo sguardo di cronisti e curiosi. Due giorni fa, da quella stessa zona, un bambino cinese aveva azionato un drone, facendo scattare l’allarme spionaggio (inesistente) in casa Lazio.

 

PIOGGIA E VENTO. I giocatori perdono due o tre chili in quaranta minuti di allenamento, lo ha raccontato ieri Djordjevic. Sono gli effetti del caldo e di un’umidità altissima. La temperatura si abbasserà di una decina di gradi all’improvviso dopo una settimana di caldo insopportabile. Per oggi è annunciata pioggia e per domani, nel giorno della partita, un vento fortissimo, sino ai quaranta chilometri orari. Le preoccupazioni della Lega sono minori rispetto a qualche giorno fa. Shanghai dovrebbe essere solo sfiorata da un tifone che investirà una parte della Cina nelle prossime ore. Episodi ciclici e tenuti sotto costante osservazione dalle previsioni meteo. Certo la pioggia potrebbe appesantire ancora di più il campo, apparso in condizioni non entusiasmanti. Durante l’amichevole tra SIGP Shanghai e Atletico Madrid capitava di vedere ogni tanto qualche zolla saltare per aria e strani rimbalzi del pallone. Fondo irregolare. Non proprio l’ideale per i muscoli dei calciatori della Lazio, a una decina di giorni dall’andata dei preliminari di Champions.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy