Tare-Lotito: altra gatta da pelare

Tare-Lotito: altra gatta da pelare

Lotito, a bilancio, era convinto di averla fatta franca…

 

ROMA – Fuori dal terreno rimangono le gatte da pelare. Per esempio, Tare (che ora insegue Haller dell’Utrecht per l’attacco) e Calveri devono rispondere per “falsa testimonianza” (giallo sull’udienza fissata per oggi) contro Zarate, dopo il rinvio a giudizio dello scorso luglio. Se i due dirigenti – scrive Il Messaggero – venissero condannati, si riaprirebbe anche il processo contro Lotito per mobbing e verrebbero richiesti i danni, soprattutto quei 408mila euro di premi non ricevuti insieme alle ultime tre mensilità (900mila euro) del contratto. Lotito, a bilancio, era convinto di averla fatta franca e aveva addirittura inserito nel patrimonio calciatori l’argentino per 4,04 milioni, dopo la sentenza di risarcimento della Fifa. Il Tas di Losanna l’ha capovolta: «Ma ci sono incongruenze nelle carte e faremo ricorso», dice Gentile. Al momento la cifra dovrà essere stornata come l’erogazione di 1,64 milioni per il progetto Academy. E poi a Formello lanciano anatemi. Ma intanto, sempre da Formello, arriva una bella notizia: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy