Tare telefona a Djordjevic e lo tranquillizza

Tare telefona a Djordjevic e lo tranquillizza

ROMA – Paura per Djordjevic. Come riporta il Corriere dello Sport oggi in edicola, sabato sera – però – dopo l’iniziale spavento, Filip era decisamente più sollevato. E’ tornato negli spogliatoi in barella, si è rialzato, è riuscito a seguire dalla panchina gli ultimi minuti della partita. E’ tornato a…

ROMA – Paura per Djordjevic. Come riporta il Corriere dello Sport oggi in edicola, sabato sera – però – dopo l’iniziale spavento, Filip era decisamente più sollevato. E’ tornato negli spogliatoi in barella, si è rialzato, è riuscito a seguire dalla panchina gli ultimi minuti della partita. E’ tornato a casa zoppicando e con qualche dolore al ginocchio, ma ha rassicurato Alessandro Lucci, il suo agente. Djordjevic ha parlato anche con Igli Tare. Il diesse della Lazio lo ha chiamato, lo ha incoraggiato e lo ha tranquillizzato. E’ andata bene, non si è trattato di un infortunio grave ed è stato un sollievo per i dirigenti biancocelesti sapere che il centravanti serbo al massimo si dovrà fermare per pochi giorni. Filip, che ha firmato un contratto di quattro anni, aveva già sostenuto in gran segreto le visite mediche con la Lazio e ora era concentrato nel finale della Ligue 1 con l’obiettivo di trascinare il Nantes verso la salvezza. Mancano otto giornate alla conclusione del campionato francese.

 

 

Difficilmente si può ipotizzare un impiego di Djordjevic sabato prossimo nella partita interna con il Bordeaux, ma di sicuro il serbo cercherà di salutare alla grande e dare l’addio almeno con un altro gol ai tifosi dei Canarini. Questa mattina la risonanza magnetica verrà eseguita in una clinica di Nantes. I medici della Lazio da ieri sono in contatto con lo staff sanitario del club francese e oggi attenderanno notizie. Il referto dovrebbe essere inviato via mail. Per adesso, proprio perché non ci sono serie preoccupazioni, non sono previste missioni a Nantes. Più avanti, solo se dovessero servire esami più approfonditi, verrebbe organizzato un blitz per andare a visitare Djordjevic. Ma ieri questa era considerata soltanto un’ipotesi remota.

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy