TERZO POSTO – Tutti a tavola per il patto-Champions

TERZO POSTO – Tutti a tavola per il patto-Champions

ROMA – Una cena per siglare il patto Champions. La Lazio lo ha sancito l’altra sera ai tavoli di un ristorante del quartiere Flaminio. C’erano la squadra al gran completo e l’intero staff tecnico. Unico assente Klose, ma giustificato perché era a Berlino a ritirare il premio «uomo dell’anno »…

ROMA – Una cena per siglare il patto Champions. La Lazio lo ha sancito l’altra sera ai tavoli di un ristorante del quartiere Flaminio. C’erano la squadra al gran completo e l’intero staff tecnico. Unico assente Klose, ma giustificato perché era a Berlino a ritirare il premio «uomo dell’anno » (il motivo, dopo quanto fatto in Brasile dal bomber, è superfluo spiegarlo).

 

Patto Champions – La cena di gruppo, un rituale che di tanto in tanto torna a far capolino, è servita a cementare ulteriormente un gruppo che peraltro è già molto unito. Ma è stata anche l’occasione per stringere il patto Champions. Dopo la falsa partenza in campionato (tre k.o. nelle prime quattro gare) la Lazio ha cominciato a volare (cinque vittorie e un pari nelle ultime sei partite). Un’accelerazione che ha portato i biancocelesti dal terzultimo al terzo posto. Quella che, a inizio stagione, pareva un’utopia (la Champions, appunto) è ora diventata un sogno possibile. E questo sogno il gruppo laziale vuole a tutti i costi che si realizzi. Senza strombazzare l’obiettivo, ma inseguendolo col lavoro, giorno dopo giorno. Questo è stato il senso della serata trascorsa al ristorante. (Gazzetta dello Sport)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy