Ue, tifosi Lazio arrestati caso nazionale. Reding non informata

Ue, tifosi Lazio arrestati caso nazionale. Reding non informata

ROMA – Il commissario Ue per la Giustizia Viviane Reding ”non e’ stato informato” sul caso dei 22 tifosi italiani ancora in carcere dopo gli incidenti del pre-partita tra Legia Varsavia e Lazio di giovedi’ scorso. Lo ha dichiarato all’ASCA la sua portavoce, Mina Andreeva, precisando che la questione riguarda…

ROMA – Il commissario Ue per la Giustizia Viviane Reding ‘‘non e’ stato informato” sul caso dei 22 tifosi italiani ancora in carcere dopo gli incidenti del pre-partita tra Legia Varsavia e Lazio di giovedi’ scorso. Lo ha dichiarato all’ASCA la sua portavoce, Mina Andreeva, precisando che la questione riguarda strettamente la politica di ”sicurezza” e di ”ordine pubblico” della Polonia. ”La competenza e’ nazionale, non vi sono spazi di manovra in Ue’‘, ha spiegato la portavoce, dopo che martedi’ la vicepresidente dell’Europarlamento Roberta Angelilli aveva promosso a Bruxelles una protesta per la scarcerazione dei connazionali. Durante una visita nella capitale polacca, lo stesso presidente del Consiglio Enrico Letta ha fatto pressing sul suo omologo Donald Tusk affinche’ vigili sul corretto iter giudiziario della vicenda. (ASCA)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy