Uno scudetto, l’Europa e la cabala. Lazio, che domenica!

Uno scudetto, l’Europa e la cabala. Lazio, che domenica!

Da quello che filtra l’albo storico verrà modificato e quel Tricolore si cucirà ex aequo sulle maglie di Lazio e Genoa…

 

ROMA – Uno scudetto, l’Europa e la cabala. Metti una domenica pomeriggio all’Olimpico, la Lazio ospita il Genoa in una gara che di significati ne ha tanti. C’è quello simbolico: tra le due squadre c’è in ballo il tricolore della stagione 1914\15. Un titolo rivendicato con orgoglio dai rossoblù, ma contestato dalla Lazio, che si sente defraudata di un qualcosa che sente suo. Lo scudetto della Grande Guerra. Eh sì, perché – scrive Il Messaggero – quella finale non venne mai giocata tra le due squadre. Ironia del destino quella partita avrebbe dovuto disputarsi proprio a pochi metri da dove oggi si giocherà Lazio-Genoa: al campo della Rondinella. Il match ora è passato nelle stanze dei bottoni dove una commissione ad hoc nominata dalla Figc ha già dato ragione ai biancocelesti, per la riassegnazione bisognerà aspettare la decisione il Consiglio federale. Possibile che questo avvenga a febbraio. Nessun intoppo ma semplici ragioni politiche: bisogna superare il rinnovo delle cariche federali di gennaio (quindi febbraio) e l’eventuale rielezione del presidente Carlo Tavecchio. Da quello che filtra l’albo storico verrà modificato e quel Tricolore si cucirà ex aequo sulle maglie di Lazio e Genoa. E intanto occhio all’ultim’ora di mercato: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy