ZOOM LAZIO – Marchetti, il leader che vuol dire sicurezza

ZOOM LAZIO – Marchetti, il leader che vuol dire sicurezza

E’ rinato a Roma, nella squadra che l’ha riportato in campo dopo i fatti di Cagliari. Quando si mette in testa un obiettivo lotta e suda per centrarlo. .

ROMA – Marchetti è uno dei leader, ha vissuto momenti difficili, ne è uscito alla grande. La porta è di nuovo blindata, è di nuovo al sicuro. Le sue mani sono tornate forti, i suoi voli sono tornati precisi, i suoi urlacci scuotono i compagni. Marchetti in porta vuole dire sicurezza: quando c’è lui tutti si sentono più sicuri, detta i tempi degli interventi, si fa trovare pronto quando c’è da indietreggiare, quando c’è da smistare il pallone. Marchetti non sta mai fermo, perlustra l’area, corre incontro ai goleador, fa gruppo, si fa sentire. Ha riconquistato la Lazio, l’anno scorso la stava perdendo. S’è rialzato ogni volta che è caduto, ha risolto i guai che l’avevano frenato, sono stati multipli. Lotito e Tare – assicura il Corriere dello Sport – non hanno mollato la presa, sono tornati in pressing sul portiere, lo stanno convincendo a firmare. Marchetti ha 32 anni, sogna una carriera lunga. E’ rinato a Roma, nella squadra che l’ha riportato in campo dopo i fatti di Cagliari. Quando si mette in testa un obiettivo lotta e suda per centrarlo. Voleva tornare al top, ce l’ha fatta. Voleva tornare numero uno, ci è riuscito. Voleva tornare nel giro della Nazionale, è accaduto. Marchetti proverà a strappare una chiamata per l’Europeo, non sarà facile, ma questo non lo limita, non lo spaventa. La Lazio è nel suo futuro, i grandi portieri non si fanno sconfiggere dal tempo, hanno una longevità calcistica superiore rispetto ad ogni altro compagno.
Cittaceleste.it
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy