LE PAGELLE – Marchetti fa vedere chi è il titolare, Hoedt spodesta de Vrij

LE PAGELLE – Marchetti fa vedere chi è il titolare, Hoedt spodesta de Vrij

Questi i voti della Lazio al termine della sfida contro il Borussia, ultimo test prima dell’esordio in campionato contro l’Atalanta il 21 agosto alle 20.45

MONCHENGLADBACH – Queste le pagelle della Lazio al termine della sfida contro il Borussia, ultimo test prima dell’esordio in campionato contro l’Atalanta il 21 agosto alle 20.45:

MARCHETTI 6,5 – Al 30’ un miracolo su Hahn e l’aiuto della traversa, per far vedere chi è il titolare della porta. Poi resta inoperoso nel secondo tempo, nonostante il Borussia vada a un passo dal gol.

BASTA 6 – Non sente più gli acciacchi della pubalgia e sembra in ripresa di condizione. Fa il suo dovere a destra, ma tenta pochissime (eufemismo) scorribande sulla fascia. 

DE VRIJ 6 –  La classe è unica, la forma e lo scatto non al top. Tenta molti meno anticipi rispetto al passato. Ma per la prima volta Inzaghi lo tiene in campo 77′ ed è già una buona notizia. 

HOEDT 7 –  Vicino a de Vrij ritrova più sicurezza, si lancia col tempo giusto in una serie di tackle da applausi. E’ sempre al posto giusto nel momento giusto, il migliore della retroguardia. 

LUKAKU 6,5 – In progressione è già devastante: scherza col pallone e accelera, ma deve migliore in fase difensiva, Meravigliosa un’azione solitaria nel primo tempo. 

PAROLO 5,5 – Ancora sulle gambe, ha saltato tutta la preparazione dopo lo splendido europeo con l’Italia. Fa il lavoro sporco che spesso passa inosservato.

BIGLIA 6 – E’ e sarà la luce della Lazio, seppure un po’ compassato. Già al centro del gioco e di ogni geometria, Lucas rimane imprescindibile, 

MILINKOVIC 7,5 – Già in grande forma e finalmente a suo agio da mezz’ala. Dribbla, svetta nei colpi di testa, smista e ci mette tutto il corpo in ogni azione, nettamente il migliore in campo. 

KISHNA 5,5 – Macchinoso e fumoso, Kishna, spesso rallenta l’azione manovrata dei biancocelesti a destra. Serve come il pane Ntep e il rientro del “vero” Felipe. 

IMMOBILE 6,5 – Dinamico, svaria su tutto il fronte e aiuta la squadra a centrocampo per farla risalire. Gli manca solo la rete, sfiorata all’inizio della ripresa con una saetta a fil di palo. 

KEITA 6 – Voglioso, diligente, nonostante i problemi contrattuali. A sinistra è sempre il più pericoloso e – a sorpresa – talvolta persino troppo altruista.

PATRIC – S.v

CATALDI 6 – Nella ripresa sostituisce Biglia come regista basso. Con ritmi più lenti riesce a impostare la manovra.

WALLACE 6 – Entra e chiude su Sow, pronto per l’ultimo passaggio in area di rigore. Primo sprazzo.

DJORDJEVIC – S.v.

LEITNER – S.v.

MORRISON – S.v.

LOMBARDI 6,5 – In attesa del nuovo esterno, Inzaghi lo svezza in prima squadra. Buon impatto negli ultimi 20 minuti.

GERMONI – S.v.

PRCE – S.v.

OIKONOMIDIS – S.v.

A disp: Strakosha, Vargic, Berisha, Patric, Cataldi, Djordjevic, Morrison, Wallace, Leitner, Lombardi, Radu, Mauricio, Prce, Oikonomidis, Murgia, Germoni.

All. INZAGHI 6,5 – Invoca l’acquisto di un esterno a destra e ha ragione. Ritrova però una manovra che gli aveva fatto strappare gli applausi nell’ultima parte della scorsa stagione: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy