PAGELLE – Keita contro tutti: sfortuna e arbitro

PAGELLE – Keita contro tutti: sfortuna e arbitro

STADIO FERSINI – Nulla da fare per gli aquilotti di Bollini, contro il Catania è arrivato solo un pareggio per 1-1, che lascia le cose così com’erano. Un punto che sta stretto, tanto per l’ottima prestazione, che per parecchi episodi contestati al direttore di gara. Due rigori non concessi a…

STADIO FERSINI – Nulla da fare per gli aquilotti di Bollini, contro il Catania è arrivato solo un pareggio per 1-1, che lascia le cose così com’erano. Un punto che sta stretto, tanto per l’ottima prestazione, che per parecchi episodi contestati al direttore di gara. Due rigori non concessi a favore di biancocelesti, clamoroso quello su Keita, anche oggi imprendibile. Poi l’espulsione dubbia di Tounkara, discutibile se non altro per la motivazione delle presunte offese al guardalinee, quando l ragazzo sembrava invece rivolgersi ad un avversario. poi la doppia espulsione di Bollini e il suo vice, che ha mandato su tutte le furie i tifosi presenti. E’ stato il Ds Tare a dover intervenire per sedare gli animi. Nonostante tutto, la Lazio ha creato molto e concesso pochissimo, se non l’episodio della rete del pareggio ospite di Aveni nella ripresa, dopo il vantaggio siglato da Falasca nel primo tempo. Se n’è avvantaggiato il Napoli, che con la vittoria odierna sale in testa alla classifica. La Lazio rimane terza, a quattro punti dagli etnei e cinque dai partenopei. Peccato, ma le attenuanti non mancano.

LE PAGELLE:

Scarfagna 6.5: Tempismo perfetto nelle uscite basse, incolpevole sul gol

Vilkaitis 6: Bene nei contrasti aerei, da rivedere in fase di impostazione

Serpieri 6.5: Gioca in anticipo e spesso ha la meglio. Con la sua velocità chiude sempre gli avanti avversari

Ilari 6.5: Diligente e concreto. Quando c’è da difendere si abbassa, ma anche propositivo sulla corsia di destra. Sia come terzino che come esterno

dal 77′ Vivacqua 6: Si cala perfettamente nel ruolo che più gli si addice. Combatte e corre anche per l’uomo in meno

Filippini 6: Dalla sua parte si soffre un pò, ma con il passare del tempo prende le misure

Falasca 7: Metronomo e catalizzatore di gioco. Corre, imposta e propizia l’autorete del vantaggio laziale

Antic 5.5: Straordinario contro la Juve Stabia, oggi non era la sua giornata. tanto che Bollini lo richiama in panchina

dal 57′ Pollace 6: Presidia la fascia di competenza senza sbavature

Crecco 6.5: In inferiorità numerica prende per mano la squadra. Con le sue folate tiene in ansia tutta la retroguardia siciliana

dal 91′ Andreoli s.v.

Cataldi 6: Duetta bene con Keita, ma spesso si perde nella giocata finale. Impreciso

Keita 7: Un pericolo costante: dribbling, corsa e tiro. Esterno e prima punta. Solo la sfortuna gli nega la gioia del gol

Tounkara 5: Prima dell’espulsione era da sette in pagella. Polmoni e grinta allo stato puro, ma anche un pizzico di ingenuità

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy