Roma città – La musica popolare del mediterraneo ai Mercati di Traiano nella serata di sabato 16 con Fondazione Musica per Roma

Roma città – La musica popolare del mediterraneo ai Mercati di Traiano nella serata di sabato 16 con Fondazione Musica per Roma

Domenica 17 settembre alle ore 11.30 musica classica e fisarmonica al Museo Napoleonico

 Roma – A partire dalle suggestioni deiMercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali, crocevia di incontri in cui confluivano saperi, popoli e materiali da tutto il Mediterraneo, la Fondazione Musica per Roma proporrà durante l’apertura straordinaria di sabato 16 settembre (dalle 20 alle 24 ultimo ingresso ore 23 – biglietto simbolico di un euro) lo spettacolo Voci del Mediterraneo – Notte di note lungo le rotte del Mare Nostrum, progetto musicale che rievoca le tradizioni provenienti da tutte le sponde dell’antico mare. In una grande serata di musica popolare, si avvicenderanno le voci e i suoni di Ziad Trabelsi, virtuoso tunisino dell’oud e musicista dell’Orchestra di Piazza Vittorio, a cui si uniranno le suggestioni arabe del percussionistaSimone Pulvano, le melodie e danze antiche della Grecia riproposte dai Meltemi Group e la tradizione musicale siciliana rievocata dalle note degli Unavantaluna. Il week-end musicale si concluderà domenica 17 alle ore 11.30 presso il Museo Napoleonico con lo spettacolo La fisarmonica diventa classica, un concerto gratuito realizzato in collaborazione conRoma Tre Orchestra in cui si potrà ammirare il connubio tra questo strumento e la solennità di celebri brani classici di importanti maestri. Protagonista il musicista Giancarlo Palena.

Le due giornate rientrano nell’iniziativa “Nel week-end l’arte si anima” promossa da Roma CapitaleAssessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura. La programmazione è frutto della collaborazione con importanti istituzioni culturali cittadine quali: Casa del JazzFondazione Musica per RomaTeatro di RomaFondazione Teatro dell’OperaAccademia Nazionale di Santa Cecilia e con leOrchestre dell’Università Roma Tre e di Sapienza Università di Roma.

 

 

PROGRAMMA

 

Sabato 16 settembre

 

MERCATI DI TRAIANO  MUSEO DEI FORI IMPERIALI

“Voci del Mediterraneo – Notte di note lungo le rotte del Mare Nostrum”

In collaborazione con Fondazione Musica per Roma

 

Con il biglietto simbolico di un euro, il pubblico potrà visitare la vasta area dei Mercati di Traiano, la mostra temporanea I Fori dopo i Fori. La vita quotidiana nell’area dei Fori Imperiali dopo l’antichità e assistere ad un grande progetto musicale articolato nelle seguenti performance:

 

Alle 20.15 nella Grande Aula si esibirà il maestro Ziad Trabelsi nello spettacolo La luce di TunisiMusicista tunisino e figlio d’arte, Trabelsi è da anni impegnato in una ricerca che coniuga le sonorità della sua terra con quelle della musica tradizionale italiana e più in generale occidentale. Oltre a una vasta attività come autore di musiche per il teatro e per il cinema, è noto al grande pubblico per essere uno dei solisti de L’Orchestra di Piazza Vittorio. Alle percussioni arabeSimone Pulvano che vanta collaborazioni con tutti i maggiori gruppi di musica mediterranea e vari album originali con l’ensemble Takadum Orchestra da lui fondato.

Con Ziad Trabelsi (oud) e Simone Pulvano (percussioni).

Alle 21.00 e alle 22.30 sulla Terrazza del Belvedere sarà la volta dei Meltemi Group, che porterà in scena L’armonia del Cafè Greco. Balli tradizionali delle isole. Un coinvolgente viaggio tra canti e balli della Grecia con un repertorio fascinoso e ritmato dalle regioni montuose di Tracia e Macedonia e dalle isole dell’Egeo con le loro sinuose melodie orientaleggianti. Musicisti greci e italiani saranno insieme per un repertorio tra il rebetiko e il sirtos, tra l’epirotiko e il sirtakidanzati da alcuni ballerini del gruppo Ouzerì.

Con Theodoro Melissinopoulos (voce)Desirè Infascelli(fisarmonica), Carlo Cossu (violino) e “Anghelo” (chitarra).

 

Alle 21.45 nella Grande Aula andrà in scena il concerto La petite Sicile – Concerto siculo arabo per una diaspora. Il repertorio siciliano del gruppo Unavantaluna e quello tunisino dell’eclettico suonatore di oud Ziad Trabelsi, affiancati dalle percussioni arabe di Simone Pulvani, si confronteranno in un racconto musicale in grado di interrogarsi sulla memoria di una identità remota e sul futuro di una storia comune.

Con: Pietro Cernuto (zampogna a paro, friscaletto, voce, percussioni), Francesco Salvadore (voce, percussioni), Luca Centamore (chitarre), Simone Pulvano (tamburi a cornice),Ziad Trabelsi (oud e voce).

 

Alle 23.15 nella Grande Aula l’ensemble Unavantaluna si esibirà in Cumpagnia di musica sixiliana. Il gruppo di musicisti dalle comuni origini siciliane porterà in scena la propria passione per le arti e le tradizioni popolari della loro terra, nella ricerca costante di un possibile equilibrio fra tradizione e innovazione musicale. Lo spettacolo sarà caratterizzato dall’uso di strumenti tipici del Mediterraneo.

Con Carmelo CacciolaPietro Cernuto (zampogna a paro, friscaletto, marranzano, voce), Luca Centamore (chitarre),Francesco Salvadore (voce, tamburello).

 

Domenica 17 settembre

 

MUSEO NAPOLEONICO

“La fisarmonica diventa classica”

In collaborazione con Roma Tre Orchestra

 

Domenica 17 alle ore 11.30, invece, andrà in scena presso ilMuseo Napoleonico il concerto gratuito La fisarmonica diventa classica, realizzato in collaborazione con Roma Tre Orchestra. Saranno eseguite alcune sonate di Domenico Scarlatti, uno dei preludi e fughe tratti dal Clavicembalo ben temperato di J.S. Bach insieme all’Aria tratta delle Variazioni Goldberg (sempre di Bach), la suite in stile antico “Dai tempi di Holberg” di  Edvard Grieg e Nimrod, la più celebre delle Enigma Variations, composte da Edward Elgar tra il 1898 e il 1899.

Programma: D. Scarlatti: Sonate in si bemolle maggiore K 551in la maggiore K 208in re maggiore K 430; J.S. Bach:Preludio e fuga in fa minore BWV 881 – Aria, dalle “Variazioni Goldberg” BWV 988; E. Grieg: Holberg Suite op. 40; E. Elgar:Nimrod, dalle “Enigma Variations” op. 36.

Con Giancarlo Palena (fisarmonica).

 

 

CONTEST

Continua anche “Museum Social Club – Edizione Weekend”, contest gratuito dedicato ad artisti emergenti tra i 18 e i 30 anni attivi nell’ambito della danza, della musica e del teatro. Per partecipare alle prossime edizioni (nuova scadenza 21 settembre) è sufficiente inviare una mail e un video di presentazione all’indirizzo social@museiincomuneroma.it. Ogni mese i momenti performativi più votati sulla pagina ufficiale Facebook (fino a un massimo di quattro) potranno andare in scena durante uno degli eventi del fine settimana. Info e regolamento al seguente indirizzo: http://www.museiincomuneroma.it/servizi/news/contest_museum_social_club_edizione_weekend.

 

 

PROMOZIONE “L’ARA COM’ERA”

Ancora in corso la promozione speciale per “L’Ara com’era”, in programma il venerdì e il sabato sera al Museo dell’Ara Pacis. Si potrà acquistare un biglietto d’ingresso ridottopresentando il biglietto vidimato degli eventi di animazione del week-end nei Musei in Comune (la promozione è valida per il weekend in corso o il successivo, salvo disponibilità). “L’Ara com’era” è il primo intervento sistematico di valorizzazione in realtà aumentata e virtuale di uno dei più importanti capolavori dell’arte romana, divenuto ancora più immersivo e coinvolgente. Grazie a due nuovi punti d’interesse in Realtà Virtuale, che combinano riprese cinematografiche dal vivo, ricostruzioni in 3D e computer grafica, è possibile immergersi nell’antico Campo Marzio settentrionale e assistere alla prima ricostruzione in realtà virtuale di un sacrificio romano.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy