Roma città – Open Government Partnership: a Roma una menzione per l’azione “Roma collabora”

Roma città – Open Government Partnership: a Roma una menzione per l’azione “Roma collabora”

Marzano, “Riconoscimento per aver posto al centro dell’azione politica l’ascolto e la collaborazione con i cittadini”

di redazionecittaceleste
roma-capitale-logo

Roma – Roma Capitale ha ricevuto una menzione da parte dell’IRM – Meccanismo Indipendente di Valutazione dell’Open Government Partnership – per “Roma Collabora”, una delle azioni del Piano Nazionale coordinato dalla Funzione Pubblica segnalata come “starred” o stellata per il suo carattere di profonda trasformazione nell’interazione tra l’amministrazione e i cittadini e per il livello di completamento raggiunto nel corso di questi anni. Il riconoscimento è stato conferito oggi nel corso dell’evento di presentazione del Report di valutazione intermedia del Piano d’azione 2016/2018 sull’Open Government che si è tenuto in Campidoglio.

Roma contribuisce al Piano Nazionale sull’Open Government con due azioni: “Roma Collabora”, focalizzata sui temi della partecipazione e della collaborazione, e “Roma Capitale – Agenda Trasparente”, relativa alla messa on line della mia agenda istituzionale. La menzione per “Roma Collabora”, segnalata insieme all’iniziativa del Dipartimento della Funzione Pubblica “La Settimana dell’Amministrazione Aperta”, ci rende particolarmente orgogliosi in quanto riconoscimento per aver posto al centro dell’azione politica l’ascolto e la collaborazione con i cittadini” commenta l’Assessora a Roma Semplice Flavia Marzano.

Tra i risultati dell’azione “Roma collabora” l’attivazione dello streaming delle sedute dell’Assemblea Capitolina e di diversi Consigli Municipali, l’istituzione del Forum per l’Innovazione e della Comunità degli innovatori del personale capitolino.

A questi si aggiunge l’attuazione sistematica di una strategia per la partecipazione che include le modifiche allo Statuto di Roma Capitale, con l’introduzione del principio del diritto alla partecipazione democratica elettronica, nonché di nuovi istituti di partecipazione popolare utilizzabili attraverso il ricorso a tecnologie informatiche e telematiche, l’area Partecipa del nuovo Portale Istituzionale, i seminari che si tengono presso i Punti Roma Facile e che costituiscono una vera e propria scuola diffusa per la cittadinanza digitale e la partecipazione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy