Roma città – Urbanistica. Roma Capitale, Municipio VII e Consorzi firmano protocollo su opere pubbliche a scomputo

Roma città – Urbanistica. Roma Capitale, Municipio VII e Consorzi firmano protocollo su opere pubbliche a scomputo

Assessorato Urbanistica, Dipartimento PAU, Consiglio Municipale e Consorzi insieme per la tutela del territorio

Roma  Riqualificare pezzi importanti di città partendo da coordinamento, partecipazione, coinvolgimento del territorio e governo municipale. Roma Capitale, il Municipio VII e ACRU (Associazioni Consortili di Recupero Urbano) hanno firmato oggi un Protocollo d’Intesa finalizzato a favorire la promozione dello sviluppo di un programma organico di collaborazione per la realizzazione delle opere di urbanizzazione a scomputo previste all’interno delle zone del Municipio VII in cui sono vigenti strumenti urbanistici all’interno dei quali i Consorzi hanno un ruolo. Un protocollo importante perché attribuisce al Consiglio municipale un ruolo decisionale e di controllo fondamentale: su ogni opera di urbanizzazione a cura delle associazioni consortili il Dipartimento Urbanistica lavorerà di concerto con il Consiglio Municipale che si esprimerà con un atto di Aula apposito.

A sottoscrivere il documento l’assessore all’Urbanistica Luca Montuori, la presidente del Municipio VII Monica Lozzi, l’assessore municipale all’Urbanistica e Lavori Pubblici Salvatore Vivace, il Dipartimento Urbanistica e tutte le Associazioni consortili presenti sul territorio municipale.

Riconoscere l’importanza dei Municipi e dotarli degli strumenti necessari – dichiara Montuori – è per questa amministrazione fondamentale perché i Municipi sono il primo vero rapporto diretto con i cittadini. Ringrazio quindi la presidente Lozzi e l’assessore Vivace per aver stimolato la riflessione su questo argomento nell’ottica futura di ridefinizione degli strumenti convenzionali”.

 

Il protocollo si pone la finalità di portare la scelta delle prossime opere pubbliche, da realizzare a cura dell’Acru, nell’ambito del Consiglio Municipale quale realtà territoriale più vicina ai cittadini facilitandone quindi la successiva attuazione. Questo è un passo fondamentale – sottolinea Lozzi – per le periferie di tutta Roma. Il Municipio VII parte come ‘pilota’ ma cercheremo di replicare il protocollo in tutte le periferie della capitale. Inoltre questo è decentramento di fatto che porterà direttamente sui territori la decisione su come dovranno essere spesi i soldi dei Consorzi Acru. Un passo verso la ‘democrazia diretta’, principio ai noi caro”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy