NUOTO – Lazio trasforma la rabbia in gioco

NUOTO – Lazio trasforma la rabbia in gioco

Dopo le polemiche si torna in acqua, match duro per la Lazio a Napoli contro il Posillipo. Formiconi squalificato, Leporale disponibile. In panchina Sebastianutti: “Dirò ai ragazzi di cercare di trasformare le ingiustizie subite in gioco e carattere”.

Lazio

ROMA – E’ stata una settimana complicata per la Lazio Nuoto. Archiviate le polemiche per quanto visto nel pari con il Bogliasco i biancocelesti sono tornati al lavoro consapevoli che proprio a causa del risultato di sabato per evitare i play out servirà più di un’impresa. Inoltre di fronte domani, nel confronto della 19^ giornata di A1, in programma alle 17.30 alla Scandone, si troveranno il Posillipo, formazione che ha seriamente messo in difficoltà le aquile all’andata imponendosi nettamente al Foro e che lotta per il vertice della classifica. Biancocelesti che pagano poi squalifiche e problemi fisici, con Formiconi costretto in tribuna e Leporale fermato per un turno, ma regolarmente in acqua con l’ammenda che la società è stata costretta a pagare in seguito alle decisioni del giudice sportivo. Fuori dai convocati De Vena, influenzato, al suo posto il giovanissimo Narciso, mentre Radic, alle prese con un problema all’inguine, valuterà solo domani mattina se giocare o no.

LE VOCI – Seguirà ovviamente la squadra sugli spalti Pierluigi Formiconi, amareggiato ma deciso a combattere fino all’ultimo: “Il periodo non è dei migliori, ma non dobbiamo trovare alibi, certo quella di domani non è proprio la nostra partita, la loro è una squadra solida, di tutto rispetto e giocare alla Scandone non è mai facile. Andiamo a Napoli, cerchiamo di fare la nostra gara senza regalare niente, anche perché dopo Posillipo e Sport Managment sabato avremo tutte partite da vincere e dobbiamo farci trovare pronti per quegli appuntamenti”.

Al suo posto in panchina, Claudio Sebastianutti, che proprio due anni fa debuttò alla guida della formazione biancoceleste in A1, sfiorando il risultato proprio alla Scandone: “Torno a Napoli dove tutto è iniziato, ho l’amaro in bocca per quella sconfitta con il Posillipo, vincevamo di due gol all’ultimo tempo poi loro ci superarono ma noi sbagliammo il rigore del pari all’ultimo secondo. Quella di domani sarà un’altra partita, punti fondamentali sia per noi che per loro, la trasferta più difficile che ci è rimasta. Oltre alla settimana non facile ci si sono messi febbre e infortuni, io mi auguro che ingiustizie o errori non siano scusanti e che la rabbia del dopo partita con il Bogliasco i ragazzi la riescano a trasformare in gioco e convinzione, la voglia di dimostrare il vero valore può essere un fattore in più, è quello che gli dirò, nonostante il livello degli avversari che resta altissimo”.

Convocati: Radic (P), Ferrante, Colosimo (C), Charuto, Di Rocco, Giorgi, Cannella, Leporale, Lapenna, Maddaluno, Mele, Narciso, Vespa (P)

Napoli, Piscina Scandone, ore 17:30

ROBERTOZENO POSILLIPO – SS LAZIO NUOTO

Arbitri: R. Colombo e M. Piano

Delegato: D. Barone

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy