18 LUGLIO 2015 – SIGARETTE, PRESTO NUOVI DIVIETI E PACCHETTI SHOCK

18 LUGLIO 2015 – SIGARETTE, PRESTO NUOVI DIVIETI E PACCHETTI SHOCK

Il decreto è già pronto per essere approvato dal Consiglio dei Ministri, 38 articoli che recepiscono la direttiva europea, facoltativa, per far passare la voglia di fumare a 11 milioni e mezzo di italiani. Via l’elenco di concentrazione di nicotina e catrame, informazioni ritenute non affidabili visto che il vero…

Il decreto è già pronto per essere approvato dal Consiglio dei Ministri, 38 articoli che recepiscono la direttiva europea, facoltativa, per far passare la voglia di fumare a 11 milioni e mezzo di italiani. Via l’elenco di concentrazione di nicotina e catrame, informazioni ritenute non affidabili visto che il vero problema sono le 40 sostanze cancerogene che vengono aspirate ad ogni boccata, divieto di fumare in auto, in presenza di bambini o donne incinte dal 2020 spariranno le sigarette aromatizzate, tipo quelle al mentolo: puzzano meno ma fanno male come le altre. Niente mini confezioni da dieci, molto ambite dai giovani visto il prezzo del pacchetto normale, stop al fumo nei cortili, nei giardini, nelle terrazze di ospedali ma soprattutto, questo l’impatto più forte del provvedimento, un cazzotto nello stomaco a chi voglia comprare un pacchetto di sigarette. Le scritte attuali, che avvertono dei danni del fumo per i polmoni, la pelle, la vita sessuale, lasceranno il posto a foto raccapriccianti di gente nel letto d’ospedale, buchi nella gola, polmoni a colori devastati dal fumo di sigaretta. C’è chi parla di ipocrisia, visto che il tabacco è un affare da monopolio di stato, 13 miliardi all’anno e pur spendendone 8 per curare le malattie procurate proprio dalla sigaretta, respiratorie, cardiocircolatorie, tumorali, l’attivo resta di 5 miliardi. 80mila morti ogni anno, la stima, per il fumo di sigaretta. (RaiNews)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy