Lazio, Ag.Minala: “L’età? La Lazio ha fatto i test”

Lazio, Ag.Minala: “L’età? La Lazio ha fatto i test”

FLASH – L’agente di Minala, Diego Tavano, torna a parlare ai microfoni della trasmissione “Giovane in Rete”, su Radiosapienza.net. “Arriva alla Lazio dalla Vigor Perconti – spiega – c’erano varie società che lo seguivano, in modo particolare Inter, Udinese, Napoli e la Lazio stessa. Il giocatore ha deciso di rimanere…

FLASH – L’agente di Minala, Diego Tavano, torna a parlare ai microfoni della trasmissione “Giovane in Rete”, su Radiosapienza.net.  “Arriva alla Lazio dalla Vigor Perconti – spiega – c’erano varie società che lo seguivano, in modo particolare Inter, Udinese, Napoli e la Lazio stessa. Il giocatore ha deciso di rimanere a Roma perchè è rimasto affezionato a questa città. A Napoli non ha fatto solo una prova come si dice; le persone che gli stavano vicino lo spingevano verso Napoli, la società lo aveva praticamente preso, però poi ci sono stati problemi sulla documentazione”. Ci tiene a smentire delle voci: “Non è vero che l’Udinese ha scartato il giocatore perchè non era convinta della sua età. Quando l’ho visto giocare qui a Roma, mi sono innamorato calcisticamente delle sue caratteristiche e, grazie ad un altro giocatore della Primavera, sono riuscito ad avvicinarlo e a seguirlo più da vicino”.

Di certo non è un buon periodo per Joseph Minala che, oltre ad essere al centro della vicenda legata alla sua età, ha sbagliato un rigore nella vittoria della Lazio contro il Catania: “I rigori li sbagliano tutti, sicuramente quest’errore non è legato a quello che è successo. Il ragazzo all’inizio era un po’ scosso da quelle che sono solo illazioni, ma con il tempo abbiamo anche iniziato a riderci sopra“.

Tavano fa chiarezza sulla presunta intervista rilasciata dal giocatore in Senegal, nella quale dichiara di avere 42 anni: “Il ragazzo non ha parlato con questo sito e non ha mai detto cose del genere. Mi dispiace che il giornalismo italiano faccia questi errori, prendendo notizie da una rubrica satirica di un sito senegalese (e tra l’altro il giocatore è camerunense) solo per fare una notizia”. Ricorrere a vie legali?  “Se la cosa continuerà ad andare avanti sicuramente ci tuteleremo legalmente. Tant’è che qualche testata mi ha già chiamato preoccupata del fatto che io avessi iniziato a sporgere qualche denuncia o qualche querela. Per ora non è cosi; quello che mi interessa è lo sviluppo del ragazzo sul campo“.

Con Bollini Minala giocava trequartista, ora il giocatore ha trovato la sua posizione migliore nel ruolo di mezz’ala: “Sta facendo molto bene in questo ruolo. Le sue caratteristiche sono il fatto di avere un gran fisico, come tutti i giocatori africani, ma con una tecnica sopraffina, e questa combinazione gli permette di abbinare al meglio qualità e quantità“.

Quando gli viene chiesto se il ragazzo sarebbe disposto a sottoporsi agli esami ossei, unica prova inconfutabile per dimostrare la sua età, Tavano risponde così: “La Lazio ha già fatto tutte le verifiche ed i test del caso, dai quali esce fuori che l’età del ragazzo è quella presente sulla carta d’identità italiana; la documentazione passata dal Camerun all’Italia è ufficiale. Bisognerebbero parlare di meno e pensare di più a quello che potrebbe essere un talento per il futuro“.

Ed è proprio sul futuro del centrocampista che il suo agente ha le idee chiare: “Lo vedo bene o nella prima squadra della Lazio o nel campionato francese, anche se non ci sono stati contatti con i club della Ligue 1. Inoltre la Nazionale camerunense sta sta seguendo con molta attenzione il giocatore”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy