Allegri alla Rai: “Venivo contestato quando ero primo in classifica, ormai per me è diventato un gioco”

Allegri alla Rai: “Venivo contestato quando ero primo in classifica, ormai per me è diventato un gioco”

Sconfitta maturata negli ultimi minuti per il Milan contro i rivali cittadini dell’Inter. L’allenatore rossonero Massimiliano Allegri non nasconde una certa delusione, intervistato da La Domenica Sportiva: “Abbiamo preso gol, purtroppo prima c’era stato un fallo su Balotelli e sul contropiede abbiamo subito. L’Inter nel finale ci ha messo in…

Sconfitta maturata negli ultimi minuti per il Milan contro i rivali cittadini dell’Inter. L’allenatore rossonero Massimiliano Allegri non nasconde una certa delusione, intervistato da La Domenica Sportiva: “Abbiamo preso gol, purtroppo prima c’era stato un fallo su Balotelli e sul contropiede abbiamo subito. L’Inter nel finale ci ha messo in difficoltà e non siamo riusciti più a giocare come nella prima parte di gara.

Oggi potevamo difendere meglio, però sono cose che possono capitare, Palacio nel secondo tempo ci ha creato tante difficoltà; è vero che è il punto più basso in campionato, però nelle ultime partite abbiamo avuto numerose defezioni, specie in difesa, purtroppo è un momento in cui siamo stati poco fortunati. Abbiamo avuto un calo negli ultimi 20 minuti finali e preso gol.

Secondo me Saponara ha fatto una buona partita, non era facile disputare il suo primo derby, ha corso molto, facendo molta pressione, dando modo a Kakà di spingere. Finché ha retto fisicamente penso abbia fatto molto bene.

Le tante voci non mi hanno infastidito, non c’è assolutamente problema, venivo contestato quando ero primo in classifica, ormai per me è diventato un gioco. Oggi venivamo da partite importanti, sempre con gli stessi giocatori, quindi secondo me molto è dipeso dalla forza dell’avversario.

Contro la Roma, abbiamo subito un doppio torto, per cui mi sembra che alcune cose possano accadere a tutte le squadre. Rigore per l’Inter? Ce n’era anche uno su Nagatomo.

In una squadra ci vuole equilibrio, non si può giocare sempre con tutti gli attaccanti in campo, credo che Matri abbia importanti qualità, ma farlo giocare assieme a Kakà e Balotelli sarebbe stato difficile”. (Milannews.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy