Balotelli-Milan, addio vicino. Lui toglie tutte le foto in rossonero a Twitter provocando l’ira dei tifosi.

Balotelli-Milan, addio vicino. Lui toglie tutte le foto in rossonero a Twitter provocando l’ira dei tifosi.

Celebre la frase sulla sua maglietta “Why always me?” e i continui appelli a spegnere i riflettori su di lui. Si autoproclama una vittima, ma allo stesso tempo non fa niente per distogliere l’attenzione da sè. Balotelli affida spesso i suoi pensieri ai social network. Ci ha abituati ai suoi…

Celebre la frase sulla sua maglietta “Why always me?” e  i continui appelli a spegnere i riflettori su di lui. Si autoproclama una vittima, ma allo stesso tempo non fa niente per distogliere l’attenzione da sè.  Balotelli affida spesso i suoi pensieri ai social network. Ci ha abituati ai suoi tweet di protesta m anche a quelli più stravaganti. È difficile capire il limite tra serietà e scherzo, leggendo quello che scrive. Durante la convalescenza per l’infortunio alla spalla ha pubblicato una sua foto a torso nudo, nel salotto di casa, davanti a un tavolo da ping pong con due racchette. Foto che ha ovviamente generato molti rumors e il disappunto della società. La foto è statica quindi probabilmente si era solo messo in posa, lui stesso l’ha voluto precisare con un altro tweet: “Il Milan non gradisce cosa? Il Ping Pong? Ahaha! Ah non ho giocato era solo una foto, ma anche se avessi giocato sono mancino!” È quasi un paradosso: chiede il rispetto della privacy, ma non fa altro che esibirsi.

Contestato e fischiatissimo nelle ultime partite, sembrava aver placato gli animi dei tifosi chiedendo scusa e ammettendo tutte le sue responsabilità sul momento difficile del club, sia per quanto riguarda i risultati che il livello di gioco. Il giocatore ha anche promesso il massimo impegno per aiutare la squadra ad uscire a testa alta dalla crisi. Un’apparente quiete dopo la tempesta. Super Mario però non ha resistito al richiamo dei social, questa volta non con dichiarazioni ma semplicemente cambiando le foto del suo profilo. Non bastava il clima già così teso in casa Milan, sul suo account figurano una foto insieme a Drogba con la tuta del Manchester City (probabilmente immortalati durante una sfida di Premier League) e una con la casacca della Nazionale. Nessuna foto in rossonero. Che sia un’ulteriore provocazione? Si tratta solo di supposizioni, ma alla luce dei contrasti con i tifosi e dell’interesse manifestato per lui dal Monaco, è inevitabile che tutto porti ad un’unica conclusione: forse il suo rapporto con il Milan è in dirittura d’arrivo. (Milannews.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy