Bergamo, vigilia d’allarme: occhio al bis della “giornata del tombino”

Bergamo, vigilia d’allarme: occhio al bis della “giornata del tombino”

Scatta l’allarme in vista del lunch match di domani tra Atalanta e Milan. Come riporta La Gazzetta dello Sport, a preoccupare è il possibile boicottaggio degli ultrà bergamaschi. Da qualche giorno, infatti, girano voci di un possibile tumulto organizzato dei tifosi, che potrebbero ripetere l’ormai famosa “giornata del tombino”: circa…

Scatta l’allarme in vista del lunch match di domani tra Atalanta e Milan. Come riporta La Gazzetta dello Sport, a preoccupare è il possibile boicottaggio degli ultrà bergamaschi. Da qualche giorno, infatti, girano voci di un possibile tumulto organizzato dei tifosi, che potrebbero ripetere l’ormai famosa “giornata del tombino”: circa sei anni fa, dopo la morte di Gabriele Sandri, gli ultrà nerazzurri, sempre all’Atleti azzurri d’Italia, durante un Atalanta-Milan, bloccarono la partita spaccando il plexiglass sotto la Curva Nord. I fronti interni del tifo atalantino, tuttavia, non sono del tutto compatti e, soprattutto, questa doveva essere una manovra segreta, che invece è trapelata già mercoledì. C’è la possibilità (e la sperenza), dunque, di un possibile dietrofront o di un cambio di programma. Nel frattempo, comunque, la Questura di Bergamo si è attrezzata per fronteggiare la situazione: “Ci stiamo preparando come in occasione delle partite più a rischio – ha dichiarato il questore, Dino Finolli, alla rosea -. Spero che le voci che si stanno rincorrendo su Internet e sui giornali siano infondate, perché si tratterebbe di un atteggiamento inutile e privo di senso. Più che un atto di forza pare un discorso tra pazzi”. (Milannews.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy