Bologna e Madrid, crocevia fondamentali per Poli e Pazzini

Bologna e Madrid, crocevia fondamentali per Poli e Pazzini

Con due impegni così ravvicinati le scelte di Seedorf diventano obbligate sia in mediana, conAndrea Poli, sia davanti con il Pazzo Pazzini. Il giovane veneto potrebbe rivelarsi utile in mezzo al campo dopo l’infelice prestazione del duo De Jong-Essien, che però sembra destinato ancora partire titolare. Mentre l’olandese rimane comunque…

Con due impegni così ravvicinati le scelte di Seedorf diventano obbligate sia in mediana, conAndrea Poli, sia davanti con il Pazzo Pazzini. Il giovane veneto potrebbe rivelarsi utile in mezzo al campo dopo l’infelice prestazione del duo De Jong-Essien, che però sembra destinato ancora partire titolare. Mentre l’olandese rimane comunque fondamentale per fare filtro in mediana, il secondo non ha brillato, limitandosi ad una partita mediocre. Considerando che il ghanese ha bisogno di tempo per capire le manovre della squadra e che sarebbe un errore giudicarlo subito negativamente, Mister Seedorf potrebbe optare per Poli dal 1′ a partire dalla gara contro la Sampdoria, quando sarà passata la gara di Champions contro l’Atletico. L’ex Inter, dopo un ottimo inizio di stagione, è stato lasciato quasi sempre in panchina: la sfida con i rossoblù di venerdì potrebbe essere un punto da cui ripartire, anche solo per una manciata di minuti nel secondo tempo.

Oltre a tornare utile per il centrocampo, Poli può essere adattabile anche nei tre davanti nonostanteTaraabt sia diventato imprescindibile e Seedorf, oltre a Kakà, potrebbe tornare a puntare su Honda. Discorso diverso invece per la sfida contro gli uomini di Simeone: in Champions l’allenatore rossonero ha gli uomini contati anche nella trequarti, visto l’infortunio di Robinho e la non disponibilità di Saponara e dello stesso Honda. In questo senso, Andrea Poli potrebbe essere preferito allo sloveno Birsa.

Per quanto riguarda l’attacco, la punta di diamante ha un solo nome: Giampaolo Pazzini. Le ultime prestazioni di Balotelli hanno fatto storcere il naso a molti e l’utilizzo dell’ex blucerchiato non solo è auspicabile, ma diventa necessario se pensiamo alla scialba prestazione di SuperMario a Napoli. La decisione di Mister Seedorf di lasciare il Pazzo in panchina non è stata una grande mossa: per tornare a fare punti, i suoi gol potrebbero rivelarsi come acqua nel deserto.

(fonte: ilveromilanista.it)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy